Sulle preferenze del voto estero sarebbe scontro fra Su e Psd

Il Partito dei Socialisti e dei Democratici è notoriamente contrario, decisamente contrario, a modificare la legge elettorale come
richiesto da Sinistra Unita:
abolizione o riduzione delle preferenze nelle elezioni politiche per gli elettori residenti all’estero.

Il Psd considera la questione tanto importante da minacciare ‘la esclusione della stessa Su dalla coalizione‘ che ha appunto il Psd come fulcro.
Così si legge su San Marino Oggi.

Qualora Su insistesse nella proposta,
lunedì prossimo il Consiglio

sarebbe chiamato ad esprimersi con voto segreto: ‘ il voto sarà sicuramente trasversale, non ci saranno ordini di scuderia che terranno, ognuno voterà in base al proprio elettorato‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy