Tito Masi, Fondazione San Marino, dai Reggenti. Varano e Carisp San Marino

Corriere Romagna San Marino: Il presidente ha illustrato ai capi di Stato la situazione in cui versa la Cassa ora indagata per riciclaggio / Inchiesta Varano, Masi incontra i Reggenti / «Ho ritenuto opportuno riferire sulla riunione congiunta dei due Cda»

SAN MARINO. Inchiesta Varano”, il presidente della Fondazione Tito Masi a colloquio coi capi di Stato, Gabriele Gatti e Matteo Fiorini. Sul tavolo, la situazione in cui versa la Cassa e i rischi a cui è soggetta ora che risulta indagata per riciclaggio nell’ambito dell’inchiesta forlivese sui flussi di denaro tra San Marino e la holding finanziaria Delta. «Ho ritenuto opportuno riferire ai Capitani reggenti – conferma Masi – i risultati della riunione congiunta dei consigli di amministrazione della Cassa e della Fondazione. E delle prospettive della banca, considerando la rilevanza che essa riveste per l’intero sistema paese». Ma i capi di Stato e Masi non hanno conversato solo sulla questione penale. «Ho illustrato il piano strategico per il rilancio della Cassa: insomma, abbiamo passato in rassegna gli argomenti trattati l’altro ieri col Patto e che tornerò a trattare lunedì prossimo coi partiti di opposizione». Attenzione, insomma, sul tema. Ma forse anche preoccupazione per cosa potrebbe significare per il sistema il rischio di un rinvio a giudizio e, in ultimo, di una condanna. Ma Masi tranquillizza e smorza i toni. «Non c’è preoccupazione, semmai la volontà di avviare un percorso condiviso », chiosa il presidente. Intanto, cominceranno alla fine della prossima settimana gli interrogatori degli indagati. A fine mese, tocca all’ex presidente della Cassa Gilberto Ghiotti

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy