Tre titani al via nei Test del CIV 2015 a Misano. Moto Club San Marino

Si svolgeranno da venerdì 27 marzo fino a domenica 29 i primi test ufficiali del Campionato Italiano Velocità a Misano, nei quali i piloti di San Marino avranno i primi confronti diretti con i propri “avversari”. 

Ma andiamo a presentarli nel dettaglio i giovani piloti che difenderanno i colori bianco azzurri della bandiera San Marinese, premettendo una cosa: tutti e tre hanno compiuto lo stesso percorso di crescita partendo dalle minimoto, passando alla MiniGP e successivamente alla PreMoto3. Non solo si allenano insieme sia in palestra che con il motard,  ma per differenza di età  Luca Bernardi è ancora nella PreMoto3, mentre Alex Fabbri e Andrea Zanotti hanno potuto proseguire questo percorso, salendo nella categoria successiva, cioè nella Moto3 e trofeo Honda. 

Alex Fabbri, nasce il 18 agosto 1998, frequenta il liceo Scientifico ed è al terzo dei cinque anni previsti. I suoi hobby sono la musica rock, il football americano e i videogiochi. Da fuori Alex,  è un ragazzo tranquillo, ma quando indossa tuta e casco per lui il mondo cambia, sognando il mondiale con moto da velocità. Essendo alto 160 cm per 45 Kg, non lo daresti come un atleta, invece lui nasconde questo particolare, e quando, alla domanda “come ci si sente ad andare sopra un mezzo con due ruote a 230 Km/h”, risponde che per lui è una cosa naturale. Nei suoi occhi vedi la passione di un ragazzo sedicenne, che coltiva il suo sogno. Alex, per gli amici del paddock, Pimpi,era chiamato cosi già da scuola, perché piccolino, corre con il numero 7 da quando ha iniziato a gareggiare con le minimoto, questo perche gli fu dato un casco di Alex DeAngelis che in quell’anno aveva il 7. Il suo pilota preferito è Dani  Pedrosa, motivo particolare: è un pilota piccolo come lui perciò ci si rispecchia. La sua voglia di andare in moto è iniziata quando, ad appena 6 anni, il papà lo porto a provare una minimoto. Ultime due curiosità: se non facesse il pilota, gli piacerebbe fare il Personal Trainer e il suo piatto preferito è la tagliata di manzo.

Andrea Zanotti, nato il 24 giugno 1998, invece studia Meccanica, anche lui al terzo anno. Ascolta qualunque genere di musica, ma soprattutto elettronica, segue il calcio e i rally. Sebbene abbia la stessa età di Alex, lui è più alto di quasi 10 cm. Alla stessa domanda che abbiamo fatto ad Alex, risponde che a 220 Km/h è da solo con la moto e nient’altro, qualcosa che non si può capire se non lo si prova una volta nella vita. La prima volta che ha visto una minimoto è stato nel 2006, quando era andato con suo babbo da un meccanico a cercare lo scooter per sua sorella… sono tornati a casa con una minimoto dalla quale non è più sceso. La stessa minimoto aveva la livrea di Manuel Poggiali, che riprendeva quella della moto con cui aveva vinto il titolo mondiale, e per questo motivo, Andrea, ha scelto di correre con il numero 54 di Poggiali. Nonostante ciò, il suo pilota preferito è il giovanissimo e fortissimo Marc Marquez per lo stile di guida e per come corre le gare. Il suo sogno nel cassetto è di vincere un titolo mondiale, come il pilota spagnolo che tanto piace ai ragazzi, ma alla domanda “cosa farebbe se non facesse il pilota” risponde il calciatore. Per fortuna che si allena per raggiungere il suo sogno, perché ogni volta che può mangia gnocchi al ragù. 

Il più piccolo dei tre è Luca Bernardi, nato il 29 agosto 2001 e quest’anno affronterà gli esami di terza media, ascolta musica rap, e ha pure giocato a basket, il quale gli piace seguire oltre al calcio. Alto più o meno come Alex, ha però un carattere opposto a quello del pilota numero 7: è molto più estroverso e ti coinvolge subito con qualche parola che ti mette di buon umore. Ancora deve compiere 14 anni, ma già pensa in grande: sogna la MotoGP e la sua carriera di pilota è iniziata, quando a soli, 4 anni suo babbo gli regala una minimoto cinese per il compleanno. Inizialmente correva con il 29, ma un anno a causa di un altro pilota che lo usava, è passato al 19: il numero uno perché, in qualunque sport, è il numero del campione, e il 9 è una piccola dedica a sua sorella, il giorno del suo compleanno. Il suo pilota preferito, come quello di Andrea, è Marc Marquez: anche a lui gli ha colpito lo stile di guida. Se non facesse il pilota, farebbe il calciatore ma al Mugello, a soli 13 anni, ha raggiunto una velocità pari a 206 Km/h e anche per lui è una condizione naturale, in cui gli piace trovarsi, ma alle tagliatelle della nonna non riesce proprio a rinunciare. 

Prima di pensare al mondiale, però, bisogna concentrarsi a fare bene questa nuova stagione, che inizierà tra poco più di un mese, ma intanto, questo weekend, si inizia sgasare a Misano. 

Comunicato Stampa Luca Gorini


Luca Bernardi. Sotto: Alex Fabbri e Andrea Zanotti


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy