Tribunale di San Marino, la giustificazione degli arresti. La Tribuna Sammarinese

La Tribuna Sammarinese: L’arresto di Bacciocchi e Zavoli necessario agli inquirenti per definire responsabilità su cui Napoli non era interessata / Provvedimenti scattati nel momento in cui tutti gli indagati potevano essere assicurati alla giustizia

Il ritardo temporale nell’emissione dell’ordine di custodia cautelare da parte del Tribunale di San Marino nei confronti degli indagati del caso FinCapital, cosa che in passato ha suscitato polemiche in Repubblica, ha ora una specifica e ragionevole motivazione.

Era infatti necessario, prima di adottare i provvedimenti cautelari, che tutti i soggetti potessero essere assicurati alla giustizia. Se così non fosse stato di certo Bacciocchi non avrebbe affrontato il viaggio fino a San Marino, ma si sarebbe probabilmente fermato in Italia dove ormai può godere del regime di libertà. Così si spiega il ritardo nella decisione e l’altrettanto tempestivo ordine di arresto che invece è scattato sabato pomeriggio nei confronti anche di Roberto
Zavoli
.

Per quest’ultimo in particolare l’ordine di cattura sarebbe partito dopo che gli inquirenti sammarinesi hanno verificato una decisa incongruenza fra le dichiarazioni rilasciate nei numerosi interrogatori cui è stato sottoposto e le risultanze degli interrogatori rilasciati da Bacciocchi a Napoli. (…)   

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI

OGGI

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy