Una foto alimenta la leggenda di Azzurrina

Il castello di Montebello, situato a pochi chilometri da San Marino, continua ad essere avvolto dal mistero della piccola Azzurrina, scomparsa nella notte del 21 giugno del 1375 tra le mura della fortezza e mai più ritrovata.
Leggenda narra che ogni cinque anni la bambina torni ad occupare le stanze della sua infanzia, tant’è che dal 1990 numerose sono le registrazioni audio di voci e rumori effettuate all’interno della struttura.
Ora Daniele Gullà e Mattia Mascagni del laboratorio di Biopsicocibernesi di Bologna, durante la loro attività di studio e comprensione di tali fenomeni, sono riusciti ad immortalare in uno scatto fotografico del 21 Giugno scorso, una figura le cui sembianze ricordano proprio quelle di una bimba. Questa foto, scattata all’interno di una stanza del castello, presenta sul bordo inferiore una sorta di “finestra” spazio-temporale in cui, oltre alla presunta sagoma della bambina, sembrano comparire anche le gambe di un tavolo.

635 anni dopo quella misteriosa notte di Giugno, Azzurrina e la sua leggenda continuano dunque ad animare i corridoi del castello di Montebello.

Leggi
‘La Leggenda di Azzurrina’

Guarda il video su LibertasWebTV

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy