Vigilia della sfida con la Bosnia per l’under 21

La Nazionale Under 21 è atterrata a Sarajevo, oggi, poco dopo
mezzogiorno, al termine di un volo di 55 minuti partito con un po’ di
ritardo dall’aeroporto di Rimini. Ritardo che ha fatto slittare di circa
mezz’ora la tabella di marcia.

 

“In queste due partite -commenta il CT Pierangelo Manzaroli- ci siamo
ringiovaniti parecchio, un po’ per esigenza e un po’ per iniziare a
lavorare in ottica futura”.
Il pareggio di quattro giorni fa contro
la Grecia rappresenta una bella iniezione di entusiasmo, ma Manzaroli
teme possa rappresentare un’arma a doppio taglio.
“In una squadra
matura -spiega- il pareggio potrebbe dare sicuramente delle speranze,
delle sensazioni piacevoli, ma la nostra è una squadra molto giovane e
l’avere fatto una buonissima prestazione contro la Grecia, che niente e
nessuno potrà mai sminuire, può essere pericoloso. Si incorre infatti
nel rischio di avere meno timore, meno rispetto della partita, pensando,
magari, di aver raggiunto una certa maturazione. I ragazzi devono avere
le stesse aspettative anche contro la Bosnia.

Leggi comunicato Fsgc

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy