Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History of Republic of San Marino

San Marino webcam NE

Meteo San Marino  San Marino webcam SW

Sismografo San Marino seismograph

 

Leggi e accordi internazionali che forniscono opportunità economiche

Italia Doppia imposizione  Italia Acc. cooperazione  ECOFIN Redditi risparmio    UE Acc. doganale   

Registro navale       Registro aeronautico       Servizi Bancari, Finanziari e Assicurativi        Trust

Marchi e Brevetti     Legge sulle società       Banche        Finanziarie    Commercialisti

 
 

Legge sulle imprese e sui servizi bancari, finanziari e assicurativi (L.17 novembre 2005 n.165)  

 

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SERVIZI DI INVESTIMENTO COLLETTIVO

DISCIPLINA FISCALE E SOCIETA’ DI GESTIONE DI DIRITTO SAMMARINESE

 

Parti del regolamento

PARTE I

DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI SUI PROCEDIMENTI AUTORIZZATIVI

Articolo 1 — Definizioni

Articolo 2 — Disposizioni generali sui procedimenti autorizzativi della BANCA CENTRALE
 

PARTE II

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SG  

TITOLO I ATTIVITÀ’ ESERCITABILI (artt. 3-4)

TITOLO II AUTORIZZAZIONE DELLE SG (artt.5-16)

TITOLO III PARTECIPANTI AL CAPITALE DELLE SG (artt.17-24)

TITOLO IV ESPONENTI AZIENDALI DELLE SG (artt.25-34)

TITOLO V PARTECIPAZIONI DETENIBILI E LIMITI  ALLA RACCOLTA DEL RISPARMIO  (artt. 35- 38)

TITOLO VI ADEGUATEZZA PATRIMONIALE E CONTENIMENTO DEL RISCHIO (artt. 39-44 )

TITOLO VII BILANCIO DI ESERCIZIO (art. 45)

TITOLO VIII ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA E CONTABILE E CONTROLLI INTERNI (artt. 46-58 )

TITOLO IX OPERAZIONI DI FUSIONE E SCISSIONE DI SG  (artt. 59- 62)

TITOLO X VIGILANZA INFORMATI VA (artt. 63-69)

TITOLO XI VIGILANZA ISPETTIVA (artt. 70- 71)

 

Regolamento in materia di servizi di investimento collettivo emanato dalla Banca Centrale della Repubblica di San Marino In vigore dal 15 novembre 2006

________________________

parte II

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SG

Titolo iII

PARTECIPANTI AL CAPITALE DELLE sg

Artt. 17 - 24

 

capo I

PRINCIPI GENERALI

 

Articolo 17 Autorizzazione all’assunzione di PARTECIPAZIONI RILEVANTI al capitale della SG.

1. I soggetti che intendono, direttamente o indirettamente, acquisire una PARTECIPAZIONE RILEVANTE al capitale di una SG devono presentare richiesta di autorizzazione preventiva alla BANCA CENTRALE.

2. Ai fini del calcolo delle soglie partecipative si considerano anche gli accordi concernenti l’esercizio dei diritti di voto. Tutti gli accordi scritti aventi per oggetto o per effetto l’esercizio concertato del voto in una SG o in una società che controlla una SG devono essere comunicati alla BANCA CENTRALE dai partecipanti all’accordo ovvero, qualora ne siano a conoscenza, dai legali rappresentanti della SG entro cinque giorni dalla stipula.

3. Per le operazioni che comportano la separazione tra proprietà delle azioni ed esercizio del diritto di voto, sono tenuti a richiedere l’autorizzazione preventiva sia il soetto titolare delle azioni, sia quello cui spetta il diritto di voto sulle azioni medesime.

4. Nel caso in cui la richiesta sia presentata da una persona giuridica, il legale rappresentante della stessa deve trasmettere, anche separatamente dalla richiesta di autorizzazione, una dichiarazione scritta in cui vengono indicate le generalità degli effettivi beneficiari economici. Per tali si intendono le persone fisiche che esercitano il CONTROLLO sulla persona giuridica richiedente. Sono esentati da tale obbligo i soggetti aventi sede in uno Stato appartenente all’Unione europea o all’OCSE, autorizzati all’esercizio di attività bancarie, fmanziarie o assicurative, per i quali la normativa di vigilanza del Paese di origine preveda il possesso di requisiti di onorabilità dei partecipanti al capitale equivalenti a quelli previsti nel presente regolamento.

5. La richiesta di autorizzazione preventiva è dovuta anche dalle società fiduciarie intestatarie di azioni per conto terzi, nonché dalle SG, o dalle società di gestione estere, con riferimento ai diritti di voto detenuti per conto dei FONDI o degli OIC gestiti. La società fiduciaria intestataria di azioni per conto terzi (fiducianti) è tenuta a effettuare la richiesta di autorizzazione di cui al presente Titolo nel caso in cui a uno o più fiducianti facciano capo PARTECIPAZIONI RILEVANTI; la società fiduciaria è altresì tenuta a richiedere l’autorizzazione preventiva nel caso in cui, benché nessuno dei fiducianti detenga un’interessenza rilevante, la somma delle azioni intestate alla società superi le soglie previste per le
PARTECIPAZIONI RILEVANTI.
 

Articolo 18Requisiti dei partecipanti al capitale delle SG.

1. Alla domanda di autorizzazione all’acquisizione di una PARTECIPAZIONE RILEVANTE ovvero del CONTROLLO di una SG, devono essere allegati i documenti idonei — specificati nei successivi articoli - a comprovare il possesso dei requisiti di onorabilità e la sussistenza delle condizioni volte ad assicurare la sana e prudente gestione della SG e a consentire l’effettivo esercizio della vigilanza. Sono esentati dall’obbligo di comprovare tali requisiti gli iscritti nel registro dei soggetti autorizzati tenuto dalla BANCA CENTRALE. Per i requisiti di onorabilità i soggetti residenti nella Repubblica di San Marino possono ricorrere all’autocertificazione utilizzando esclusivamente il modello di cui all’Allegato B.

2. In occasione di ogni convocazione dell’assemblea, spetta al presidente della medesima, ai fini dell’ammissione al voto, verificare il possesso dei requisiti di onorabilità dei partecipanti al capitale.
 

Articolo 19 Termini per il provvedimento della BANCA CENTRALE.
1. Ai sensi dell’articolo 17 della LIsF la BANCA CENTRALE, entro novanta giorni dalla data di ricezione della richiesta, emana un provvedimento di autorizzazione o di diniego all’assunzione della partecipazione. Decorsi i novanta giorni senza alcuna comunicazione da parte della BANCA CENTRALE, l’autorizzazione si ritiene concessa. Ai fmi del provvedimento la BANCA CENTRALE, oltre ai requisiti indicati nel presente Titolo, valuta anche che la variazione della compagine sociale della SG o dell’assetto dell’eventuale GRUPPO DI APPARTENENZA della SG non risulti di ostacolo ai controlii di vigilanza e al perseguimento delle finalitì stabilite dall’articolo 37 della LIsF.
 

Articolo 20Obblighi di comunicazione.

1. Il perfezionamento delle operazioni per le quali è stata rilasciata l’autorizzazione di cui all’articolo precedente deve essere comunicato dal soggetto autorizzato alla BANCA CENTRALE entro il termine di dieci giorni dalla conclusione dell’operazione.

2. Coloro che cedono, a qualsiasi titolo, azioni con diritto di voto di una SG in misura tale che l’ammontare delle partecipazioni detenute si riduca al di sotto di una delle soglie qualificanti le PARTECIPAZIONI RILEVANTI o che si determini la perdita del CONTROLLO della SG, devono inviare entro cinque giorni dall’avvenuta cessione una comunicazione alla BANCA CENTRALE attestante la quantità di azioni cedute, le generalità del cessionario e la quantità di azioni ancora detenute dal cedente.

 

capo II

REQUISITI DELLE PERSONE FISICHE
 

Articolo 21 Requisiti di onorabilità delle persone fisiche partecipanti al capitale delle SG.

1. Le persone fisiche che intendono acquisire, anche indirettamente, una PARTECIPAZIONE RILEVANTE in una SG devono possedere i seguenti requisiti:
a) non avere mai subito condanne per reati contro il patrimonio, contro l’economia pubblica o per reati di cui al Titolo I, Parte V, della LIsF;
b) non avere mai subito condanne per misfatti di altra natura per i quali sia stata emessa sentenza penale di condanna definitiva comportante una pena detentiva;
c) non avere procedimenti penali pendenti a carico;
d) non essere mai stati sottoposti al concorso dei creditori o a procedure equivalenti in ordinamenti stranieri negli ultimi cinque anni;
e) non avere mai riportato condanne per i fatti previsti dall’articolo 56, comma 9, della LEGGE SULLE SOCIETÀ.

2. La documentazione idonea a comprovare il possesso dei requisiti di onorabilità è la seguente:
a) certificato penale generale;
b) certificato di carichi pendenti;
c) certificato di mai avvenuto fallimento;
d) certificato di cittadinanza e di residenza, al fine di verificare la competenza territoriale delle autorità che hanno rilasciato i certificati di cui alle precedenti lettere.
I certificati devono avere data non anteriore a tre mesi rispetto a quella di presentazione della domanda di autorizzazione.
3. La BANCA CENTRALE si riserva di valutare la sostanziale equipollenza di certificati emessi all’estero rispetto a quelli indicati alle precedenti lettere.
 

Articolo 22Idoneità delle persone fisiche a garantire la sana e prudente gestione.

1. La BANCA CENTRALE valuta l’idoneità del potenziale partecipante ad assicurare la sana e prudente gestione della SG. In tale ottica assumono rilevanza:
a) la correttezza nelle relazioni di affari e la situazione finanziaria; vengono considerati i rapporti di indebitamento che il soggetto ha in essere con banche o altri intermediari del GRUPPO DI
APPARTENENZA DELLA SG;
b) i rapporti partecipativi o finanziari che il soggetto richiedente ha con la SG di cui intende assumere una partecipazione o con soggetti appartenenti al gruppo di quest’ultima;
c) gli eventuali legami di qualsiasi natura — anche familiari o associativi — tra il richiedente e altri soggetti in grado di incidere sulle situazioni indicate alle precedenti lettere.

2. Per consentire alla BANCA CENTRALE di valutare l’idoneità prevista dal presente articolo, le persone fisiche devono inviare la seguente documentazione:
a) nel caso in cui esercitino attività d’impresa in via diretta, informazioni concernenti la situazione economico-patrimoniale e finanziaria dell’impresa;
b) il cuniculum vitae;
c) riferimenti in ordine ai legami di parentela, di coniugio, alle situazioni di affinità e ai vincoli associativi con i soci o con gli ESPONENTI AZIENDALI della SG o con i soci o gli ESPONENTI AZIENDALI di società appartenenti al gruppo della SG;
d) riferimenti circa le relazioni di affari (es.: servizi prestati e ricevuti) e altri collegamenti che il soggetto interessato ha in essere con la SG cui si riferisce la partecipazione e con i partecipanti al
capitale della SG medesima, nonché i rapporti di debito con banche e altri intermediari del GRUPPO DI APPARTENENZA DELLA SG;
e) indicazione delle fonti di finanziamento che il soggetto intende eventualmente attivare per realizzare l’acquisto della partecipazione, con l’indicazione dei soggetti finanziatori.
 

capo III

REQUISITI DELLE PERSONE GIURIDICHE
 

Articolo 23 Requisiti di onorabilità delle persone giuridiche.

1. Se il soggetto che intende acquisire una PARTECIPAZIoNE RILEVANTE in una S è una persona giuridica, il requisito di onorabilità deve essere posseduto da tutti i membri del consiglio di amministrazione e dal direttore generale ovvero dai soggetti che ricoprono cariche equivalenti.

2. La verifica dei requisiti è effettuata dal consiglio di amministrazione della persona giuridica che intende assumere la partecipazione. In caso di amministratore unico, la verifica dei requisiti è effettuata dal collegio sindacale o dall’organo con funzioni equivalenti. La verifica deve risultare da verbale dell’organo che l’ha effettuata dal quale deve espressamente risultare l’astensione del soggetto interessato. Copra del verbale e la certificazione originale comprovante il possesso dei requisiti devono essere allegati alla domanda di autorizzazione all’acquisizione della partecipazione.

3. In caso di sostituzione di un membro del consiglio di amministrazione o del direttore generale o di soggetti che svolgono cariche equivalenti, la verifica in capo al sostituto deve essere condotta entro trenta giorni daDa nomina. L’accertamento del possesso dei requisiti deve essere effettuato in capo a tutti gli interessati in occasione di ogni rinnovo degli organi sociali.
 

Articolo 24 Idoneità delle persone giuridiche a garantire la sana e prudente gestione.

1. Per consentire alla BANCA CENTRALE di valutare l’idonei& prevista al presente articolo, le persone giuridiche che intendono acquisire una PARTECIPAZIONE RILEVANTE in una SG devono allegare alla richiesta di autorizzazione la documentazione di seguito indicata:
a) copia dello statuto sociale;
b) bilancio dell’ultimo esercizio corredato della relazione degli amministratori e del collegio sindacale e, ove esistente, dalla relazione della società di revisione;
c) il curriculum vitae dei membri degli organi amministrativi, del direttore generale o del legale rappresentante;
d) riferimenti circa le relazioni di affari (es.: servizi prestati e ricevuti) e altri collegamenti che il soggetto interessato ha in essere con la SG a cui si riferisce la partecipazione e con i partecipanti al capitale della SG medesima, nonché i rapporti di debito con banche e altri intermediari del GRUPPO DI APPARTENENZA DELLA SG;
e) indicazione delle fonti di fmanziamento che il soggetto intende utilizzare per realizzare l’acquisto della partecipazione, con l’indicazione degli eventuali soggetti finanziatori;
f) elenco dei soci che detengono una partecipazione superiore al 10 per cento del capitale rappresentato da azioni con diritto di voto nel soggetto che effettua la richiesta di autorizzazione.

2. Qualora la persona giuridica che effettua la comunicazione faccia parte di un gruppo devono anche essere allegati:
a) la mappa del gruppo con l’indicazione territoriale delle sue componenti;
b) il bilancio consolidato di gruppo relativo all’ultimo esercizio, se redatto;
c) riferimenti in ordine ai rapporti finanziari e operativi in essere tra:
1) la Sci in cui si intende assumere la partecipazione e i soggetti appartenenti al gruppo del richiedente;
2) gli enti finanziari del gruppo e le altre società comprese nel gruppo.
3. Qualora la persona giuridica richiedente sia una società estera sottoposta a vigilanza prudenziale dovranno inoltre essere allegate:
a) una attestazione dell’autorità di vigilanza del paese d’origine di sottoposizione a vigilanza e di assenza di elementi ostativi all’acquisto della partecipazione;
b) una dichiarazione della società con la quale si attesta l’insussistenza di vincoli a fornire informazioni alla BANCA CENTRALE nell’esercizio delle sue funzioni di vigilanza.

Parti del regolamento

PARTE III

DISPOSIZIONI RELATIVE AI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO

TITOLO I CRITERI DI CLASSIFICAZIONE DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO (artt. 72-78)

TITOLO II CARATTERISTICHE DELLE SINGOLE TIPOLOGIE DI FONDI COMUNI DI
INVESTIMENTO
(artt. 79-119)

TITOLO III CRITERI GENERALI E CONTENUTO MINIMO DEL REGOLAMENTO DI GESTIONE
DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO
(artt.120-124)

TITOLO IV PROCEDIMENTO DI APPROVAZIONE DEI REGOLAMENTI DEI FONDI COMUNI DI
INVESTIMENTO 
(artt. 125-131)

TITOLO V CRITERI DI VALUTAZIONE DEL PATRIMONIO DEL FONDO E CALCOLO DEL
VALORE DELLA QUOTA
(artt.132-135)

TITOLO VI PROCEDURE DI FUSIONE TRA FONDI COMUNI (artt. 136-142 )

TITOLO VII CARATTERISTICHE DEI CERTIFICATI DI PARTECIPAZIONE AI FONDI COMUNI (artt. 143-145 )

TITOLO VIII CONDIZIONI PER L’ASSUNZIONE DELL’INCARICO DI BANCA DEPOSITARIA E
MODALITA' DI SUB-DEPOSITO DEI BENI DEL FONDO
  (artt. 146-153)

TITOLO IX PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO (artt. 154-155)

TITOLO X REGOLE DI COMPORTAMENTO  (artt. 156-160)

 

PARTE IV

OPERATIVITÀ TRANSFRONTALIERA


TITOLO I OPERATIVITÀ ALL’ESTERO DELLE SG SAMMARINESI (artt. 161-162)

TITOLO II OFFERTA NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO DI PARTI DI OIC ESTERI (artt. 163-168)

 

Clausola di esclusione della responsabilità

Non si può garantire che il testo riportato riproduca esattamente quello ufficiale.  Solo  il testo  pubblicato sul Bollettino Ufficiale  della Repubblica di San Marino è da considerarsi autentico.

Il sito  www.libertas.sm  non assume alcuna responsabilità in merito agli eventuali problemi che possono insorgere per effetto dell’utilizzazione del testo pubblicato.

Articoli

Libri

Accadde oggi a San Marino

San Marino

Storia / History of Republic of San Marino

San Marino webcam NE

Meteo San Marino  San Marino webcam SW

Sismografo San Marino seismograph