domenica 25 agosto 2019 17:25
POLITICA

San Marino. Podeschi: "E' bene non inventarsi delle fake news"

San Marino. Podeschi:

"Il comunicato stampa di PSD e PSS sul sottoscritto merita una risposta perché se si ha poco da dire è bene non inventarsi delle fake news per dare giudizi sulle persone".

 
Il Segretario di Stato Marco Podeschi risponde alle critiche sollevate da PSD e PS. "Segretario particolare: non ho usato stratagemmi per trattenere nell'incarico di segretario particolare il consigliere Mattia Ronchi, persona di cui ho avuto modo di apprezzare correttezza e onestà e al quale non sono legato da alcuna parentela.
La mia storia politica: nel 2006 ho presentato un'Istanza d'Arengo, respinta dalla maggioranza in cui c'era anche il PSD sulla presenza dei familiari negli staff delle Segreterie di Stato.
Non mi sono stupito della scelta di allora del PSD di respingere l'istanza per stabilire un principio non scritto nelle norme. 
Ma mi sono sorpreso del comunicato di ieri PSD e PSD in cui hanno omesso di dire che 2007 nel governo erano anche presenti:

·       1 coniuge – addetto di segreteria;
·       1 figlio – addetto di segreteria;
·       1 nipote – addetto di segreteria;

in 3 staff di Segretari di Stato PSD.
Se si guarda più vicino nella "sagra dei parenti" è doveroso menzionare il coniuge di un consigliere PSS nominato senza clamori nel consiglio di amministrazione di un ente pubblico nel 2015.
A PSD e PSS guardiani del decoro e etica pubblica suggerisco di aggiungere al prossimo romanzo la dicitura: "Ogni riferimento a  Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale", giusto per non cadere nel ridicolo rispetto a una attualità politica e giudiziaria impietosa o una storia non molto coerente.    
Mi si permetta infine un ultimo inciso di natura politica.
Di fronte ai rilevanti problemi del Paese, ai richiami bipartisan alla responsabilità, ultimo il consigliere Teodoro Lonfernini, ritengo necessaria una fase nuova per uscire dai giochi della politica e dai veleni sparsi per fare confusione, intimidire i giovani e screditare l'avversario in carenza di reali argomenti o proposte che abbiano al centro il futuro della Repubblica".
Fonte: Varie