mercoledì 14 marzo 2018 07:28
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Palpeggia l’aiuto cuoca, ristoratore a processo per violenza sessuale

Rimini. Palpeggia l’aiuto cuoca, ristoratore a processo per violenza sessuale

Secondo l’accusa il 59enne nel dicembre del 2015 ha iniziato ad importunare fisicamente e verbalmente la dipendente che dai fornelli era stata spostata a servire in sala

Enrico Chiavegatti - Corriere Romagna: Palpeggia l’aiuto cuoca, ristoratore a processo per violenza sessuale / Secondo l’accusa il 59enne nel dicembre del 2015 ha iniziato ad importunare fisicamente e verbalmente la dipendente che dai fornelli era stata spostata a servire in sala

RICCIONE. Una, due, tre volte. Nonostante le proteste dell’aiuto cuoca, ha continuato ad allungare le mani e tempestarla di messaggi WhatsApp a luci rosse. L’ultimo, il più eclatante per la cristallizzazione dell’accusa, lo ha mandato verbale, mentre la vittima si trovava davanti all’avvocato dell’associazione di difesa delle donne di Riccione cui si era rivolta per chiedere aiuto e cercare di mettere la parola fine a questa storia assurda. Un incubo che a causa del lavoro si è protratto fino a quando la vittima, raccolte ulteriori prove, ha sporto denuncia ai carabinieri della Perla Verde. Deve rispondere di violenza sessuale aggravata il 59enne, che con la moglie, titolare della licenza, da anni gestisce un noto locale di Riccione. Il rinvio a giudizio del ristoratore riccionese è stato disposto ieri mattina dal giudice Benedetta Vitolo. La prima uPalpeggia l’aiuto cuoca, ristoratore a processo per violenza sessuale dienza del processo davanti al tribunale collegiale è stata fissata il 12 giugno prossimo. Anche durante il dibattimento, così come avvenuto per tutto il tempo dell’indagine, sarà difeso dall’avvocato Piergiorgio Tiraferri, mentre la presunta vittima si farà rappresentare come parte civile dall’avvocato Andrea Muratori. (...)