giovedì 20 agosto 2020 08:09
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Per le disco non c’è Speranza: «Chiudiamo»

Rimini. Per le disco non c’è Speranza: «Chiudiamo»

Per le disco non c’è Speranza: «Chiudiamo»


Il Tar boccia il ricorso del Silb contro il decreto del ministro. Altromondo, Carnaby e Musica gettano la spugna: «Stagione finita»


Il verdetto è arrivato in meno di 24 ore. E per le discoteche è la peggiore sentenza possibile. Il Tar del Lazio ieri mattina ha deciso di «respingere l’istanza cautelare» presentata dal Silb (il sindacato dei locali da ballo), che si era subito opposto al decreto con cui del ministro della Salute Roberto Speranza aveva deciso la chiusura delle disco. Se ne riparlerà il 9 settembre, quando il Tar si riunirà in camera di consiglio per affrontare nel merito il ricorso. Ovvero due giorni dopo la fine del provvedimento del ministro, che scadrà il 7 settembre. E’ una sconfitta. Ma per Gianni Indino è stata persa una battaglia, non la guerra: «Il Tar del Lazio – osserva il presidente riminese e regionale del Silb – non ha respinto in toto il ricorso, ma ha sentenziato che la decisione verrà presa il 9 settembre (...)

Articolo tratto da Resto del Carlino

---

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782