Aumento tariffe energia e gas a San Marino, Repubblica futura chiede risposte al governo

“Apprendiamo con stupore la notizia di un nuovo aggiornamento delle tariffe di fornitura Energia Elettrica e Gas Naturale trasmesso dall’Aass all’Autorità di Regolazione per i Servizi Pubblici e l’Energia con delibera del 9 settembre”.

Lo dice Repubblica futura, sottolineando in una nota che è stupita “in particolare per quanto riguarda il gas, quando fino al giorno prima il segretario Lonfernini dichiarava ‘siamo stati capaci di sottoscrivere un contratto di 6 anni con una tariffa di 43,75 euro a Megawatt/ora’ specificando poi ‘però avrà valore se verrà garantita la fisicità del gas'”.
Queste dichiarazioni “risultano incomprensibili e non supportate dai fatti: se la disponibilità di gas c’è (e non ci risultano, al momento, carenze di disponibilità in Italia), il prezzo dovrebbe essere costante, quindi perché dovrebbero aumentare le bollette?“.
E ancora: “Noi crediamo che la cittadinanza debba essere informata in maniera chiara su cosa ci aspetta sul fronte energetico e sapere se il tanto sbandierato prezzo bloccato del gas per 6 anni è reale oppure no“.
“Da mesi chiediamo di potere dibattere questi argomenti nelle opportune sedi istituzionali e di avere dai segretari riferimenti e notizie ufficiali – chiosa il partito di opposizione -. Da mesi non solo noi, ma tutto il Paese, è senza alcuna risposta”.
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy