Consiglio Grande e Generale, inizia oggi a San Marino una sessione di tre giorni. Riflettori puntati sulla riforma del lavoro

Riparte il Consiglio, riforma del lavoro e Istanze d’Arengo al centro dell’Aula

Tre giorni di Consiglio Grande e Generale di San Marino a Palazzo Pubblico: lunedì 26, martedì 27 e mercoledì 28 settembre 2022. In particolare, spicca il progetto di legge “Riforma delle norme relative all’occupazione”, presentato dalla segreteria di Stato per il Lavoro in prima lettura. Tra le novità ricordiamo quella relativa al tempo determinato, ossia il contratto di lavoro a termine. La nuova legge riduce la durata massima, si passa dai 18 mesi ai 12 mesi massimi con possibilità di 4 proroghe nei 12 mesi complessivi. Tali limiti non si applicheranno per esempio ai lavoratori stagionali (9 mesi massimi). Si introduce la possibilità di assumere a tempo parziale tutti i lavoratori anche i frontalieri, cosa che non era prevista dalle leggi vigenti. Un altro passaggio anche di scontro spesso e volentieri con i sindacati, è quello dell’articolo 20 ossia il lavoro interinale o somministrazione. In tal caso il segretario Lonfernini ha tirato dritto anche (forse) frutto di un compromesso proprio con le parti sociali. Di fatto si da applicazione (con la norma) al lavoro interinale, lo stesso che nel 2005 era stato introdotto ma mai applicato. In questo caso si inseriscono molte regole (un contratto tra azienda somministratrice e utilizzatrice, per esempio, o garanzia da parte dell’azienda somministratrice di diritto sammarinese per le retribuzioni da erogare ai lavoratori), e limiti. Infatti, si potrà ricorrere alla somministrazione solo per il lavoro occasionale, lavoro stagionale o per picchi di lavoro. (…)

Articolo tratto da La Serenissima

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy