Covid, a San Marino via mascherine e (dal 25 marzo) green pass per bar e ristoranti

Nella notte il Consiglio Grande e Generale ha proceduto alla ratifica dell’ultimo Decreto anti Covid introducendo, su proposta del Congresso di Stato, importanti allentamenti.

La principale novità è che cade l’obbligo di indossare le mascherine in tutti gli ambiti, anche a scuola e sui mezzi di trasporto. Il loro utilizzo viene “vivamente consigliato” dalla norma: nei luoghi chiusi aperti al pubblico, sia per gli utenti sia per gli operatori; in caso di eventi e manifestazioni, inclusi i mercatini zonali; ogni qualvolta non sia possibile mantenere il distanziamento interpersonale; sui mezzi di trasporto pubblico ivi inclusi il trasporto scolastico per i maggiori di anni 12, i taxi e i noleggi con conducente.

Altrettanto significativa è l’eliminazione del green pass per l’accesso a quasi tutte le attività. Quel quasi è riferito alle feste in discoteche e sale da ballo, per accedere ai quali resta obbligatorio il green pass semplice.

Per bar, ristoranti e attività similari saltano tutti gli obblighi, come quelli del distanziamento minimo e dell’affissione del numero massimo di avventori nel locale.

Questi allentamenti sono vincolati al verificarsi di una di queste condizioni:
-numero di nuovi contagi settimanali inferiore a 150 ogni 100.000 abitanti;
-occupazione media settimanale dei reparti di isolamento inferiore al 30%;
-occupazione media settimanale dei reparti di terapia intensiva inferiore al 20%.

Inoltre viene indicato che resta fino alla fine della pandemia, ovvero fino al 31 marzo 2022, l’obbligo della vaccinazione o della guarigione per gli operatori sanitari.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy