Giardini aperti per il San Marino Green Festival

Conto alla rovescia per il San Marino Green Festival con un itinerario dei giardini del Centro Storico sammarinese, pubblici e privati. E a settembre si raddoppia sul Montefeltro.

Il Green Festival si appresta alla sua quarta edizione dal titolo “Il mondo come giardinosabato 25 giugno alle ore 10,30 nei Giardini dei Liburni nel Centro Storico, con un prologo venerdì 24 a Podere Lesignano a partire dalle ore 14,30. Dopo la precedente edizione con il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, si continuerà su di un filo verde ad occuparsi di alberi questa volta con il divulgatore scientifico Francesco Ferrini, esperto di verde urbano, professore ordinario di arboricoltura presso l’Università di Firenze e ospite di talk show e trasmissioni come GEO&GEO (sabato 25 giugno ore 17,00 Piano dei Mortai). Quindi una Mara Verbena nazionale ci introdurrà ai “Giardini e Fiori di San Marino”.

Venerdì 24 alle ore 15 a Podere Lesignano ci sarà Franco Arminio, poeta, scrittore e regista autodefinitosi ‘paesologo’, che ci introdurrà a “La cura dello sguardo”, itinerario nella natura e nell’anima dei luoghi.

Il poeta-musicante Matteo Goglio che fra le altre cose, ha realizzato il brano STILL I SING, un dono musicale per Still I Rise di Nicolò Govoni, ci inviterà invece ad un viaggio con gli strumenti della poesia e di una chitarra sul palcoscenico della natura.

E poi le mostre dell’artista Iaia Zanella e della giovane illustratrice Miriana Greggi, la presentazione di libri, sugli ecovillaggi d’Italia con Lorenzo Olivieri e Iacopo Tabanelli e di un manuale di una buona gestione della Terra con Francesca Piergiovanni. Quindi il flauto di Monica Moroni e un intervento dell’attivista per l’ambiente e giornalista Linda Maggiori, conosciuta per le sue battaglie per una mobilità dolce, in cui si vada ad eliminare l’utilizzo delle auto.

Nutrito il gruppo di attori-lettori di storie di fiori e di giardini, alcuni itineranti, con il Rodari Club di Rimini, Damiana Bertozzi e Alessandra Carlini. Spostandosi leggermente dal centro storico è visitabile la mostra “L’insostenibile leggerezza dell’arte” una collettiva di artisti a cura della Carlo Biagioli srl.

La Direzione scientifica del festival ha voluto approfondire la conoscenza del Centro Storico nei secoli, e ne è uscito un antesignano modello di economia circolare. Da qui una mostra iconografica a cura di Leo Morganti e della Giunta della Casa del Castello. Con la guida Chiara Macina sarà possibile andare alla scoperta del centro storico e dei suoi giardini e dei suoi monumenti, indicata sia per i forestieri come per i sammarinesi. Per i bambini ci sarà la “Caccia al tesoro naturalistica” organizzata dal Cailungo Calcio, un partner storico del festival.

Una chiusura scoppiettante e colorata del festival sul Piano dei Mortai, sarà quella con il Riciclato Circo Musicale. Quattro musicisti con strumenti ottenuti da materiali di recupero di ogni tipo e con un repertorio variegato, sapranno stupire grandi e piccini (sabato alle ore 18,30).

Il 24 e 25 settembre sarà poi la volta del Montefeltro Green Festival alla sua prima edizione dedicata all’alta Valmarecchia e con il proprio baricentro a Novafeltria.

Info sulla pagina Facebook del San Marino Green Festival.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy