Il consiglio comunale di Rimini dice Sì alla nuova Statale 16

Statale, Rimini dice sì alla variante: “È un’occasione da non perdere”. Consiglio comunale, approvato l’ordine del giorno della maggioranza: “Avanti con l’infrastruttura”. C’è già il finanziamento ministeriale. Sadegholvaad: “Iter lungo più di vent’anni, non dobbiamo fermarci”

GIUSEPPE CATAPANO – Quattro ore abbondanti di consiglio comunale. Si è discusso di un solo tema, la nuova Statale 16. Alla fine, la strada – nel vero senso della parola – è tracciata: la variante si farà, nessuno stralcio, anche perché sarebbe “folle” (queste le parole utilizzate da Matteo Petrucci, capogruppo del Pd) mettere in discussione oltre 300 milioni di investimenti solo per Rimini. Il consiglio si è chiuso con il no alla mozione presentata da Gioenzo Renzi sull’ipotesi di stralcio del tratto 1 da Igea Marina a Santa Giustina, mentre è stato approvato l’ordine del giorno presentato dalla maggioranza (18 voti favorevoli, 12 contrari). Avanti col progetto, dunque. Con buona pace degli agricoltori che si ritroveranno una strada al posto di parte dei loro terreni. Rimini dice sì alla variante e le parole di Jamil Sadegholvaad, in tal senso, suonano come una sentenza. “Le preoccupazioni degli agricoltori – l’analisi del primo cittadino – non mi lasciano insensibile. Ma siamo chiamati a scegliere cosa fare di un’opera che ha seguito un iter tipicamente italico, lungo più di vent’anni. Da sindaco non me la sento di far rinunciare al territorio a un’opera del genere”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy