Legambiente promuove la Riviera romagnola: “Il suo mare è pulito”

Legambiente promuove la Riviera: “Il mare della Romagna è pulito”. Secondo le analisi di Goletta verde, su 11 punti esaminati risulta inquinato solo quello alla foce del Rubicone. Il sindaco di Rimini alla Regione: “Ora fare luce sui valori anomali che hanno fatto scattare i divieti”

MANUEL SPADAZZI – Il mare della Riviera romagnola è “pulito”. E stavolta a dirlo sono gli stessi ambientalisti. Ieri (a Porto Garibaldi) i volontari di Legambiente hanno illustrato i dati delle analisi effettuate nei giorni scorsi lungo il litorale, dai lidi ferraresi fino a Cattolica. I campionamenti, va detto subito, sono stati fatti il 19 luglio, e quindi una settimana prima delle analisi di Arpae che hanno riscontrato i valori anomali di escherichia coli lungo quasi tutto il litorale riminese e anche in due tratti a Cervia e Gori, facendo così scattare i divieti di balneazione per almeno 24 ore (e anche 36, in alcuni casi).Undici i punti in cui si sono concentrate le analisi dei volontari di Goletta Verde: 8 alle foci dei fiumi e 3 a mare. Dei tratti controllati, 4 erano nella provincia di Rimini: la foce dell’Uso a Bellaria, quella del Marecchia a Rimini, e ancora quella del Marano a Riccione e infine la foce del Ventena a Cattolica. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy