Rimini. L’amico non le paga il treno. Lei lo accusa: «Mi ha stuprata»

Corriere di Romagna : L’amico non le paga il treno. Lei lo accusa: «Mi ha stuprata» / La donna, una 36enne nigeriana, è stata soccorsa in via Jano Planco da una volante del 113 mentre si stava accapigliando con il presunto bruto con cui aveva fatto sesso durante la notte

RIMINI. Si inventa lo stupro per “puni – re” l’amico con cui ha trascorso una nottata al calor bianco. Il motivo? Il “b rut o” non voleva saperne di darle i soldi per far ritorno a casa. Non ha assolutamente pensato alle conseguenze del suo gesto la 36enne nigeriana, residente a Lodi, soccorsa giovedì pomeriggio da una volante della polizia. La menzogna «Dopo avermi costretta a fare sesso contro la mia volontà, non vuole neppure pagarmi il biglietto del treno» (…) 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy