Riccione (Rn). Cocoricò, evaso un milione: a processo l’ex patron

Il Resto del CarlinoCocoricò, evaso un milione / A processo l’ex patron

RICCIONE. I conti non tornano. Ed adesso Marco Palazzi, 50 anni, ex patron del Cocoricò, (difeso dall’avvocato Alessandro Catrani) dovrà fare i conti con la giustizia. Il pubblico ministero Luca Bertuzzi lo ha citato direttamente a giudizio ed il prossimo 17 settembre l’imprenditore della notte dovrà comparire in un’aula di tribunale per rispondere di evasione fiscale.

Per l’esattezza gli viene contestato il mancato versamento dell’Iva nel 2009 e nel 2010. In totale avrebbe dimenticato di depositare nelle casse dello Stato un milione di euro, euro più, euro meno. E’ questa la cifra che la Guardia di Finanza aveva calcolato spulciando nelle verifiche della società che allora gestiva il famosissimo locale. Le verifiche compiute dalle Fiamme Gialle avevano permesso di constatare che nel biennio preso in considerazione non erano state presentate dichiarazioni di imposta. Pertanto non erano stati dichiarati gli incassi della gestione del locale. La Finanza aveva però ricostruito il volume di affari della discoteca che in quegli anni era tra le più ambite e gettonate a livello mondiale. A fronte di una ricostruzione di ricavi oltre due milioni di euro per il 2009, l’Iva evasa ammontava a circa 477mila euro. Nel 2010 i ricavi ricostruiti erano stati addirittura superiori, per oltre due milioni e mezzo, con 512mila euro di Iva evasa. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy