Santarcangelo (Rimini). «Rinchiusi in casa per paura dei cacciatori»

Il Resto del Carlino: «Rinchiusi in casa per paura dei cacciatori»Spari tra le abitazioni di Santarcangelo, monta la protesta dei residenti.

SANTARCANGELO (Rimini). «ALLE 10 del mattino li avevo a una decina di metri da casa. Sono rimasta per un po’ a guardarli, per capire se erano di passaggio. Invece si sono messi in posizione con il fucile, in attesa di sparare… Ho dovuto chiudere tutte le finestre e vietare a mio figlio di uscire di casa». Così racconta Chiara, e la sua non è certo l’unica testimonianza. Domenica molti santarcangiolesi hanno protestato contro la presenza dei cacciatori vicino alle case. SONO STATE diverse le segnalazioni e le telefonate di protesta, sia alla polizia municipale che ai carabinieri, arrivate da varie zone di Santarcangelo. In particolare i residenti che abitano vicino al fiume Uso nella zona del bar Da Bano (lungo la Santarcangiolese). I carabinieri forestali non sono riusciti a intervenire perché impegnati altrove, ma confermano che «le chiamate ci sono state. Quella è purtroppo un’area da dove riceviamo spesso lamentele, per la presenza dei cacciatori vicino alle case». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy