Opzione vegetariana nel menu delle scuole sammarinesi

Opzione vegetariana nel menu delle scuole sammarinesi
Un enorme passo avanti nel rispetto delle famiglie che seguono una cultura alimentare/salutistica di tipo vegetariana
Grazie al dialogo tra genitori vegetariani, APAS, il Primario di Pediatria Dott. Nicola Romeo, la Responsabile di Dietologia Dott.ssa Sonia Lotti ed il Direttore dell’Authority Dott. Andrea Gualtieri, si è preso atto di una realtà in costante crescita nelle famiglie sammarinesi: la scelta di un’alimentazione di tipo vegetariana e la necessità che tale scelta venga rispettata a livello istituzionale. Per questi motivi dal nuovo anno scolastico (settembre 2012) e in tutte le scuole sammarinesi è prevista l’opzione, per chi ne fa richiesta, di piatti latto-ovo vegetariani al posto dei piatti di carne o pesce. Le modalità sono ancora in fase di studio ma il processo è già partito. Grande soddisfazione da parte dei genitori vegetariani: “Un segno di grande civiltà e rispetto che fa onore alle istituzioni sammarinesi coinvolte nella novità e che pone ancora una volta San Marino come paese all’avanguardia e punto di riferimento per gli altri paesi del mondo” dice Karen Pruccoli. Mentre l’Associazione Sammarinese Protezione Animali afferma: ”Un passo avanti nel rispetto degli animali, quali esseri senzienti, con una loro vita emotiva e di relazione e soprattutto in grado di soffrire. La dieta carnea inoltre, risulta essere una delle maggiori cause di distruzione degli habitat naturali, per la deforestazione, il consumo idrico,l’uso di concimi chimici e di pesticidi e per l’inquinamento atmosferico che gli allevamenti intensivi determinano”.
E’ un dato di fatto che la cultura alimentare vegetariana sta prendendo sempre più piede nel mondo. In Italia è un fenomeno in crescita vertiginosa: si va da circa 3 milioni di vegetariani nel 2008 (5% della popolazione) agli oltre 6 milioni di oggi (10% della popolazione). Insomma un trend inarrestabile. Ma quali sono i motivi?
Chi sceglie una dieta vegetariana lo fa principalmente per motivi etici/ambientali e per motivi salutistici. Che la dieta vegetariana sia in assoluto la più salutare non lo dice solo “The China Study”, il più grande studio sul rapporto alimentazione/salute mai realizzato, durato 27 anni e con la collaborazione di varie università mondiali. Ma anche la American Dietetic Association, la più grande organizzazione al mondo dei professionisti dell’alimentazione e della nutrizione, nel 2009 ha dichiarato che: “… le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie. Le diete vegetariane ben pianificate sono appropriate per individui in tutti gli stadi del ciclo vitale, ivi inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza, e per gli atleti”. Tale posizione è stata sottoscritta anche dai Dietitians of Canadahttp://it.wikipedia.org/wiki/Diete_vegetariane – cite_note-ada_dietitians_of_canada_position_2003-33, la principale associazione canadese di medici nutrizionisti.
In attesa che si compia questo passo avanti nelle scuole, ci si augura che anche le mense aziendali pubbliche ed i ristoranti sammarinesi mostrino un’apertura in questo senso, proponendo menu vegetariani/vegani specifici nel rispetto dei cittadini che fanno scelte alimentari di questo tipo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy