“Premio Studente-Atleta” del Panathlon Club San Marino, prestigiosa cerimonia per i vincitori

Venerdì 25 novembre 2022 il Panathlon Club San Marino ha celebrato la sua tradizionale Giornata Panathletica e lo ha fatto in grande stile con l’importante presenza del segretario di Stato per la Cultura e l’Istruzione, Andrea Belluzzi, il quale è intervenuto sul tema “Il passato, il presente e il futuro dell’Educazione Fisica nelle scuole”.

Presenti alla Giornata Panathletica del Panathlon Club San Marino il segretario generale del Comitato olimpico nazionale sammarinese, Eros Bologna, e il presidente del Panathlon Club di Rimini, Gianluca Riguzzi, accompagnato dalla signora Gabriella.

La presenza di queste personalità prestigiose testimoniano la considerazione e la credibilità raggiunte dal Panathlon Club nel panorama sportivo sammarinese e quanto siano attuali e credibili i principi e le finalità che i panathleti sammarinesi perseguono da quasi 60 anni.

Belluzzi e Bologna hanno sottolineato l’importanza dell’educazione fisica nelle scuole sammarinesi, di ogni ordine e grado, argomento che è stato oggetto di un recente incontro tra segreteria Cultura e Cons durante il quale si sono poste le basi per una riorganizzazione della materia scolastica finalizzata ad una più efficace educazione sportiva, ovviamente con la collaborazione delle famiglie dei ragazzi.

La bella serata si è conclusa con la cerimonia di premiazione dei ragazzi vincitori del “Premio Studente-Atleta” che per questa edizione, dopo un attento esame delle numerose segnalazioni pervenute, sono andati a Gioia Casali (Scuole Medie – Disciplina Ginnastica Artistica), Emma Bollini (Scuole Superiori – Disciplina Nuoto Pinnato) e Matilde Tamagnini (Scuole Superiori – Disciplina Ginnastica Artistica).

Questi ragazzi, che hanno ottenuto notevoli risultati i campo sportivo mantenendo un alto livello di voti a scuola, hanno ricevuto i complimenti del segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura, Andrea Belluzzi, e del presidente del Panathlon Club, Leo Achilli, il quale ha spronato i ragazzi a mantenere alto, per quanto possibile, il livello delle loro prestazioni sportive/scolastiche per la soddisfazione delle loro Federazioni e, soprattutto, delle loro famiglie che sono chiamate a sacrifici non indifferenti per supportare i loro ragazzi.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy