Rimini. Sos al Pronto soccorso: mancano 30 medici

Sos al Pronto soccorso: mancano 30 medici

Continuano i problemi di organico per l’Infermi e gli altri ospedali della provincia. Sarà un’estate in trincea per i sanitari

L’estate è alle porte, e in corsia si annuncia una stagione bollente. L’allarme l’ha rilanciato qualche giorno fa l’assessore alla sanità Kristian Gianfreda: il Pronto soccorso si trova già ad affrontare «un’attività massacrante», a causa della carenza di medici e infermieri in organico. E in estate, con l’auspicata ripresa del turismo e il conseguente aumento di accessi in ospedale, la situazione rischia di farsi drammatica. E’ uno scenario a tinte fosche, che non riguarda soltanto Rimini. Come emerge dal congresso nazionale della Simeu (la Società italiana di medicina di emergenza e urgenza) che termina oggi a Riccione, in tutta Italia c’è una grave carenza di medici in Pronto soccorso. Soltanto quest’anno già 600 camici bianchi hanno dato le dimissioni, si stima che manchino all’appello negli organici dei reparti d’emergenza oltre 4mila operatori, tra medici e infermieri. La provincia di Rimini non fa eccezione, anzi.

Articolo tratto da Resto del Carlino Rimini

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy