Rimini. Vigile arrestato per pedopornografia: sul computer aveva 200mila foto di minori

Materiale pedopornografico scaricato dal web, la polizia postale sequestra hard disk e cellulari. L’uomo è ai domiciliari: «È un’ossessione che mi perseguita da anni e che non posso reprimere»

Un archivio immenso di materiale pedopornografico, migliaia e migliaia di immagini e video che mostrano bambini e bambine in atteggiamenti sessualmente espliciti. A fare l’agghiacciante scoperta venerdì scorso sono stati gli agenti della polizia postale e delle comunicazioni, che hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione di un uomo di 58 anni, agente della polizia locale di Rimini, sposato e con figli, difeso dall’avvocato Marco Tonti. L’arresto eseguito dai poliziotti della sezione operativa sicurezza cibernetica rientra in un’operazione più ampia contro la distribuzione in rete di materiale pedopornografico, coordinata dalla Direzione Distrettuale antimafia di Bologna. L’uomo è stato ascoltato nel corso dell’interrogatorio di garanzia dal gip di Rimini, che ha disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari con il divieto di utilizzare mezzi di comunicazione (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy