Risposta all’Associazione Micologica sulla questione dell’acqua

“Acqua: il Governo non se ne ricorda solo d’estate”. In relazione all’articolo del Presidente dell’Associazione Micologica Sammarinese, Raniero Forcellini, apparso sui quotidiani locali, la Segreteria di Stato per i Rapporti con l’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici precisa che il Governo, già da mesi, sostiene l’AASS nello studio di un progetto denominato “Progetto H2O” teso ad assicurare al Paese qualità ed affidabilità nell’approvvigionamento idrico per i prossimi decenni.


Il progetto prevede di definire migliori accordi per assicurare le forniture nel medio e lungo periodo; lo studio dell’evoluzione dei fabbisogni della collettività; studi sulle risorse idriche superficiali, sotterranee e sui possibili invasi in territorio; bonifica degli inquinanti fognari; eliminazione delle perdite della rete idrica attuale; miglioramento della qualità dell’acqua distribuita.

Dopo anni di discussioni e progetti decaduti, il Governo, con cognizione e concretezza, ha pianificato una serie di interventi e messo in atto una campagna per sviluppare una maggiore sensibilità al risparmio della risorsa idrica. E’ dal mese di aprile scorso, e quindi molto prima della situazione di emergenza, che il Segretario di Stato, Tito Masi, ha lanciato i primi appelli al risparmio. Non è vero che passata l’estate tutto tornerà a tacere per tornare sull’argomento il prossimo anno in condizioni nuovamente di emergenza. Piuttosto, con il supporto di esperienza, tecnologia e operatività dell’AASS il Governo vuole dare risposte precise agli attuali e ai futuri bisogni della società sammarinese, anticipando scenari e preparando soluzioni tecniche.


La “gestione” dell’acqua deve però coinvolgere tutti, ad ogni livello: politici, tecnici, cittadini. E a questo proposito la Segreteria di Stato per i Rapporti con l’AASS concorda con quanto sostenuto dall’Associazione Micologica Sammarinese, per il tramite del suo Presidente. Il consumo medio pro-capite di acqua potabile a San Marino è decisamente e costantemente più alto rispetto al consumo dei nostri vicini italiani. I problemi legati alla disponibilità di acqua potabile molto dipendono dall’uso non sempre responsabile che ne facciamo. E’ quindi naturale che da sempre più parti si faccia sentire l’esigenza di un risparmio di questa importante risorsa, facendo uso dove possibile di valide alternative quali, per esempio, l’acqua di precipitazione meteorica.

La preziosità dell’acqua potabile richiede un atteggiamento diverso, volto soprattutto al risparmio, al risanamento, ad un prelievo razionale e ad un contenimento degli sprechi. La Segreteria di Stato ritiene che in tale direzione si possa lavorare insieme, istituzioni, associazioni e cittadini, per affrontare seriamente il problema e costruire insieme una cultura della risorsa acqua. Da parte del Governo sono in preparazione nuove normative sul risparmio energetico, utilizzo di fonti energetiche rinnovabili ed inserimento di tecnologie applicate alle abitazioni volte al risparmio idrico attraverso la raccolta dell’acqua piovana.

La Segreteria di Stato

per l’Industria, l’Artigianato, il Commercio,

la Ricerca, i Rapporti con l’A.A.S.S.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy