San Marino, apparecchio per ‘salvarsi’ dai terremoti. Bastera’ un minuto?

Mario Gradara di Il Resto del Carlino: Maurizio
Taormina, ex
vicepresidente
della Provincia
dal 2000 al 2009
per la
Margherita,
orgoglioso della
sua ‘creatura’ / L’allarme anti terremoto?
Si appende al muro di casa
/
Ideato dalla sammarinese Guardian, di Maurizio Taormina

«Il SismAlarm suona
con le onde che anticipano quella
distruttiva, consentendo la fuga
»

L’allarme  anti-terremoto che si appende
alla parete della casa. Risale a dicembre
il varo del ‘SismAlarm’, ideato
dall’ex presidente della Provincia, ingegner
Maurizio Taormina, e dal suo staff.
«La ricerca è partita – spiega Taormina
– dopo il sisma che ha colpito l’Emilia
Romagna nel 2012». L’apparecchio rileva
onde di magnitudo superiore ai 3,2
gradi della scala Richter, e va appeso al
muro portante, con alcuni tasselli.

(…) «Il terremoto è un sistema complesso
– prosegue l’ingegnere ex politico
–. Il nostro strumento ‘legge’ le onde primarie,
innescandosi quando il fenomeno
parte.
(

…) Il Guardian SismAlarm
rileva quelle onde. L’onda primaria
dei terremoti anticipa sino a un
minuto quella distruttiva
. SismAlarm
‘scatta’ e lancia, appunto, l’allarme, permettendo
l’uscita di casa se si abita a piano
terra, oppure di ripararsi sotto tavoli
o scrivanie chi abita a piani più alti»
. (…)



Collocazione in roccia  del sismografo di Casole, Repubblica di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy