San Marino, breccia nel segreto bancario. Luca Gualtieri, MF

Anche su Milano Finanza, in un articolo di Luca Gualtieri, rimbalza la notizia del  decreto emesso lunedì scorso dal Governo della Repubblica di San Marino per   togliere  il paravento sui clienti delle banche di proprietà di banche estere
e in altre circostanze.

Titolo: San Marino, breccia nel segreto bancario.

Dopo la moral suasion Banca d’Italia,  San Marino
ha aperto una breccia nel muro del segreto bancario.

Il Congresso di Stato
ha adottato un decreto legge sullo scambio di informazioni con gli stati. ‘In
pratica’, ha spiegato  Pasquale Valentini,
Segretario di Stato alle Finanze della piccola Repubblica, ‘nel caso di una
banca sammarinese partecipata da un gruppo italiano, per la trasmissione dei
dati alla capogruppo non si può opporre il segreto bancario. Si tratta di un
atto intermedio, in previsione, di un accordo tra Banca Centrale e Banca
d’Italia’, ha concluso Valentini.

Le informazioni scambiate però dovranno ‘essere attinenti a quei
rapporti che generano assunzioni di rischio a livello di gruppo’.

Il
decreto è stato pensato ad hoc per
la Carim, la cassa di risparmio commissariata
da via Nazionale proprio per
irregolarità registrate sul monte Titano.

Leggi l‘articolo di Luca Gaultieri, Milano Finanza

Leggi il testo del decreto su trasparenza e scambio di informazioni (190/2010)

Vedi, sull’argomento, anche:

l’articolo
di Lionello Mancin
i, IlSole24Ore

l’articolo di Gabriele Frontoni, Italia Oggi

 

 

Guarda le previsioni meteo di N. Montebelli

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy