San Marino. Bugli (Pdcs): “Non accetto il clima di scontro tra politica e stampa”

Il consigliere Dc Bugli sui rischi per la libertà di stampa

ANTONIO FABBRI – La vicenda dell’attacco alla libertà di espressione di liberi cittadini, innescata dall’esposto del segretario di Stato alla Sanità, Roberto Ciavatta, con una dinamica di nascita del fascicolo, tra l’altro passata attraverso il dirigente del Tribunale, Giovanni Canzio, che probabilmente nei prossimi giorni sarà da chiarire meglio, ha destato una certa preoccupazione anche nel mondo politico, tanto che non pochi hanno storto il naso per l’iniziativa di Ciavatta da un lato e per gli sviluppi giudiziari, dagli esiti per certi versi assurdi e gravi, dall’altro. Tra chi ha mosso forti critiche, oltre ai numerosi cittadini, il giovane consigliere della Democrazia cristiana, Lorenzo Bugli. (…)

“Non accetto il clima di scontro tra politica e organi di informazione a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni. Democrazia vuol dire anche rispetto dei ruoli. Sono e resto a favore della libertà di stampa: è chiaro che servono delle regole precise e che quelle regole vanno rispettate, ma la politica dev’essere in grado di misurarsi nel merito e di rispondere argomentando alle critiche, senza ricorrere ad ingerenze esterne”.

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy