San Marino. Caro-bollette, gli aumenti scatteranno dal prossimo mese

Lonfernini: «Nessun allarme per gli approvvigionamenti» Righi torna sull’ipotesi nucleare e sulle energie rinnovabili

Si torna a parlare della crisi energetica sul Titano. E lo fa il segretario di Stato con delega ai rapporti con Aass, Teodoro Lonfernini. «Non c’è un allarme per quel che riguarda l’approvvigionamento, anche per il 2023», assicura il ministro sammarinese che ribadisce quanto già detto pochi giorni fa sui rincari. Incrementi del 104% per il gas ad uso domestico e del 136% per l’energia elettrica. Aumenti che partiranno dal mese prossimo. (…)
Articolo tratto da Il Resto del Carlino
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy