San Marino. Claudio Felici: chiarezza e coerenza

Il Segretario di Stato alle Finanze della Repubblica di San Marino, Claudio
Felici
, non può non reagire con determinazione a quanto gli sta piovendo addosso,  dimostrando non a parole ma con i comportamenti,  la  chiarezza e   la coerrenza, che da lui erano attese.

Cominci con atti dovuti per decisione del Consiglio: la pubblicazione dei beneficiari effettivi dei soggetti finanziari, il recupero dei soldi statali per Banca del Titano, le azioni civili per i  ritardatari della monofase.

Poi altre cose. Non può non far scoppiare il caso del Conto Mazzini. Non può non dire alla gente come è successo che per ogni sammarinese il costo  ‘pro furfanti banche’ è salito da 500  a testa a 5.000. Pubblichi l’esborso statale  banca per banca.

Il Segretario di Stato Felici  non può accettare di diventare  il capro espiatorio della situazione ed, in  particolare,  del settore finanziario.  alimentando un sospetto terribile, che deve essere, invece,  strancato, immediatamente stroncato. 


Vietato
parlarne

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy