San Marino, conti all’Ibs. Manlio Maggioli si difende

Nuovo Quotidiano di Rimini: Il presidente della Camera di Commercio Maggioli “bersaglio” del Corsera per 2 milioni finiti a San Marino / “Ho scudato, ma così fan tutti” / Chiuso il secondo filone d’indagine sul Credito di Romagna / L’imprenditore riminese tra i 18 indagati: “Ho fiducia nella giustizia”

[…]

I capitali scudati? Roba vecchia“,
si difende oggi Maggioli. In effetti,
come spiega lui stesso, si tratta di capitali
oggetto di “un condono fatto
nel 2009. Lo hanno fatto in diversi,
l’ho fatto anch’io. Perché l’ho fatto?
Ho ritenuto opportuno mettermi in
regola”. C’est tout. Così fan tutti. In
effetti.

Sempre sul Corsera, di qualche
settimana fa, è finito, per i capitali
scudati, un altro industriale riminese
illustre: Luigi Valentini
. “Sì,
lo hanno fatto anche altri –continua
Maggioli –E ora quella vicenda viene
rinverdita perché vi si fa riferimenti
negli atti sulla conclusione
dell’indagine”. Già, l’indagine sul
Credito di Romagna
. L’istituto di
credito, finito nel mirino della Procura
di Forlì e di Banca d’Italia per i
legami con l’Ibs di San Marino: le
prime cinque famiglie azioniste della
banca italiana, infatti, erano risultate
anche negli assetti proprietari
della banca sammarinese. Una contiguità
tra le due banche che ha portato
a intravvedere non solo “rischi
operativi”, ma anche ipotesi di reato
in tema di riciclaggio e trasparenza.
Il primo filone d’inchiesta si è concluso
con la notifica di 19 provvedimenti.
Il secondo filone è giunto in
questi giorni a conclusione e sono
18 gli indagati.

“Mi devono ancora
notificare gli atti, non ho ancora ricevuto
nulla” il commento di Maggioli.

[…]

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy