San Marino, Criminal Minds: come e’ partita l’indagine

San Marino Oggi: Operazione “Criminal minds”: scattano le manette ai polsi per Marco Bianchini / Ben 28 gli indagati, di cui 23 agli arresti tra carcere e domiciliari. Legami con il clan Gallo-Cavalieri. Agenzia investigativa del Titano specializzata nel dossieraggio

[…]

Nell’indagine è coinvolto
anche Salvatore Vargiu,
rappresentante legale dell’ex
agenzia di investigazioni private
di San Marino, la Cio (ora
in liquidazione), società da cui
sarebbero partite le indagini
dei finanzieri
e sospettata di
aver svolto attività di dossieraggio
per conto e relativamente
a politici e imprenditori
sammarinesi.
Coinvolto nell’indagine anche
l’ex direttore di una finanziaria
sammarinese, la Fingestus,
Daniele Tosi. L’operazione è
condotta dal locale nucleo di
polizia tributaria guidato dal
colonnello Gianfranco Lucignano
ed ha portato al sequestro
anche delle quote di due
società: la prima che gestiva
un noto nightclub del riminese,
la seconda che gestiva
un’avviata attività di noleggio
di autovetture in Repubblica,
la MB Class. Tra i destinatari
degli ordini di custodia cautelare
anche un maresciallo
della Guardia di Finanza
(Enrico Nanna) che passava
le informazione all’agenzia
investigativa.

[…]

L’indagine, come spiegano
dal comando provinciale delle
Fiamme Gialle era iniziata nel
2010 controllando l’attività di
un’agenzia investigativa di San
Marino, la Cio appunto, che
“si avvaleva di collaborazioni
personali di forze di polizia,
in particolare di un finanziere
(finito agli arresti)”. Secondo la
Guardia di Finanza l’agenzia
investigativa svolgeva attività
di “dossieraggio” per conto di
imprenditori e di privati.

È da questa agenzia, e “da
chi si ne serviva – ha spiegato
Venceslai – per capire determinate
ispezioni della Guardia di
Finanza” che ha preso avvio
l’indagine e dalla quale poi
si sono aperti altri filoni che
si sono intrecciati anche con
altre inchieste, come l’indagine
“Vulcano”
  perché tornavano a
coinvolgere gli stessi nomi. Il primo filone ha riguardato
una finanziaria sammarinese,
la Fingestus, ora in liquidazione
volontaria e riconducibile
alla famiglia Bianchini.
Nell’ambito della gestione
della finanziaria, la Guardia 
di Finanza ha ricostruito i
movimenti di due soggetti, di
origine campana, che “quasi
sembravano l’ombra di questo
imprenditore” e presenziavano
pure alle riunioni del consiglio
di amministrazione della finanziaria.

Impiegati ufficialmente
per “recupero crediti “è
emerso che avevano contatti
diretti con il clan camorristico
dei Gallo – Cavalieri di Torre
Annunziata. Ebbene, tramite la
finanziaria sarebbe stato concesso
un finanziamento di oltre
2 milioni di euro
ad un imprenditore
anconetano dichiarato
fallito e quindi impossibilitato a
ricevere finanziamenti. Il finanziamento
non riguardava un
prestito ma l’acquisto, tramite
altre società, dei beni della curatela
fallimentare, compreso i
capannoni dell’azienda fallita.

Il finanziamento concesso prevedeva
anche interessi pari a
500mila euro. Cifra considerata
eccessiva dall’imprenditore
anconetano che aiutato da due
guardiaspalle ha cercato di
intimidire Bianchini per ottenere
una riduzione (nello stesso
periodo di verificò l’incidente
della molotov contro la villa di
Bianchini, episodio già archiviato
dalla giustizia sammarinese).
È a questo punto che
entrano in campo i due campani
e così le parti si invertono.
Saltano fuori i nomi di Pascarella
(coinvolto nella sparatoria
di viale Ceccarini dove
avvenne il tentato omicidio al
superlatitante, poi arrestato a
San Marino Giovanni Lentini) e
infine in una telefonata anche
il nome di Pasquale Gallo,
reggente dell’omonimo clan.
Di fronte “all’asso di briscola”
come lo definiscono gli inquirenti,
l’imprenditore anconetano
desiste.

[…]

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI OGGI

OGGI I GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy