San Marino. Domani Libera incontra i cittadini a Dogana

“Continuano le spese e le azioni folli di questo Governo che e’ sempre più scollegato dalla realtà quotidiana”.

Così Libera, che in un comunicato spiega: “Sono tanti i cittadini che ci contattano preoccupati per un Paese in totale decadimento, malgestito.
Continuano inoltre le spese vergognose che non possono essere taciute mentre si chiedono sacrifici per gli aumenti delle bollette e interventi sulle pensioni.
Questo Governo continua a spendere più di 500.000€ in avvocati, spesso amici degli amici o addirittura stessi consiglieri della maggioranza, per supportare l’avvocatura dello Stato che ha già in organico personale dedicato.
Questo Governo continua a spendere in cose inutili o superflue: più assunzioni nella Pa che “puzzano” di infornate elettorali, 3 milioni nel robot chirurgico fermo in ospedale, milioni per la rotonda di borgo, delibere fuori controllo con consulenze insulse.
L’ultima, che ci è balzata all’occhio, è quella da 150.000€ per un consulente esterno della Segreteria al Territorio per sviluppare una norma (inutile) sull’uso del fresato derivante dai lavori di manutenzione stradale e riscrivere i documenti tecnici che sono già stati redatti da tempo sartorialmente sulle nostre esigenze dalla nostra Università!
Canti ha smantellato la collaborazione tra l’Università e l’Azienda di Produzione tramite la quale, tra le molteplici altre cose, è stato introdotto l’utilizzo di materiale riciclato (fresato di asfalto) un miscele che posso poi essere riutilizzate, preso a modello da tutti, anche dalle realtà limitrofe essendo un progetto sinergico con varie realtà del territorio che cooperavano con competenza ad un percorso sostenibile di economia circolare.
La Segreteria al Territorio, dopo i vari disastri su decoro urbano, raccolta differenziata e piano regolatore generale,
ha anche bloccato la collaborazione proficua fra ricerca e territorio a favore dell’ennesima consulenza esosa.
In questo periodo infernale che si sprechino denari pubblici con famiglie e imprese in difficoltà senza un minimo di progetto di prospettiva è decisamente intollerabile.
Come Libera continueremo a denunciare questa vergognosa gestione della cosa pubblica, del debito senza ritorno per le future generazioni e continueremo a lavorare per bloccare gli aumenti di luce e gas come abbiamo già fatto, gestendo meglio le risorse dell’azienda dei servizi, e proponendo una politica dei redditi per tutelare le fasce più deboli della popolazione attraverso l’Icee che deve essere attuato immediatamente per identificare precisamente il reddito delle famiglie e adottare interventi equi e sostenibili.
Di tutto questo parleremo Lunedì 7 Novembre al bar ritrovo di dogana dalle ore 19.30 con tutti i cittadini che intendono mobilitarsi, opporsi a questo Governo che non ha a cuore l’interesse generale del Paese ma solo la propria poltrona ed il suo tornaconto politico.
Abbiamo bisogno di una politica diversa, responsabile e che sappia ascoltare le esigenze reali della popolazione”.
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy