San Marino. Festino” via Gino Giacomini, silenzio imbarazzante di maggioranza e governo

Silenzio imbarazzante di maggioranza e governo

Antonio Fabbri

Nessuna presa di posizione da parte delle forze di maggioranza né da parte del Congresso di Stato, dei Segretari competenti né di singoli consiglieri. Un silenzio imbarazzante. Molti telefonini spenti nella giornata di ieri. Eppure la vicenda del festino in Via Gino Giacomini assume una gravità tale da mettere in discussione la credibilità dell’intero governo e della maggioranza, considerato che gli stessi che hanno approvato le restrizioni per tutti i cittadini, le hanno bellamente trasgredite.

A quanto si sa nel pomeriggio di ieri si sono svolte più riunioni tra i partiti della maggioranza e anche nelle singole forze politiche che la compongono. Commenti di disappunto su quanto accaduto da parte di aderenti alle stesse forze politiche che sostengono l’esecutivo, sono stati esternati anche sui social. Una vicenda capace di mettere in discussione la maggioranza stessa o, comunque, di aprire una profonda riflessione se si considera che i consiglieri di maggioranza che strenuamente hanno sostenuto le misure restrittive adottate, anche quando dall’opposizione venivano fatte proposte interlocutorie per cercare di migliorare il contenuto dei decreti. Forze di maggioranza che hanno sempre opposto la gravità dell’emergenza come giustificazione delle misure restrittive.

Proprio quelle misure restrittive che alcuni esponenti di primo piano di quella stessa maggioranza hanno evidentemente violato, con il rischio di trascinarsi dietro anche la credibilità di tutti gli altri che, al momento, non hanno però preso le distanze dall’accaduto, anche se non è escluso che lo possano fare nelle prossime ore.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy