San Marino. I Giochi del Titano verso l’Electronics: intreccio di interessi tra politica e banche. L’Informazione di San Marino

L’Informazione di San Marino: Sarebbe prevista la cessione dell’immobile alla Gdt per 21milioni che coprirebbero le esposizioni degli istituti / Giochi all’Electronics, intreccio di interessi tra politica e banche

Il trasferimento dei giochi non è una semplice questione di ubicazione di macchinette o roulettes, ma a quanto pare si intreccia con una più ampia operazione per pianificare un rientro da esposizioni importanti. Tutte le banche, esclusa la Banca sammarinese di investimento, sono infatti in questo periodo interessate da una operazione che appare legata alle sorti della sorte a San Marino: quella cioè del trasferimento della Giochi del Titano in altra sede.

Infatti una delle ubicazioni in ballottaggio è lo stabile dell’Electronics, riconducibile a Germano De Biagi. Per il salvataggio che è stato messo in atto, come noto, le banche sono scese in campo con esposizioni importanti. Circa 4 milioni da Bsm, Carisp, Bac, Asset e BancaCis.

Si sta pertanto studiando una operazione di rientro.

A caldeggiarla, per diversi ordini di motivi che vanno dalla tutela dell’esposizione bancaria alla salvaguardia dei posti di lavoro dell’esercizio commerciale, a una migliore ubicazione per i giochi, ci sarebbero, tra le diverse personalità politiche e del mondo bancario, anche il capogruppo Dc, Luigi Mazza, e, nei vertici di Bsm, istituto maggiormente esposto, il presidente Pino Guidi. (…)

 Leggi l‘intero articolo di Antonio Fabbri, pubblicato il giorno 25

Leggi anche  la smentita e puntualizzazione del Gruppo Bsm


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy