San Marino. Il Partito Socialista puntualizza a Liberamente San Marino

Risposta del Partito Socialista a Liberamente San Marino
 
Avremmo volentieri fatto a meno di entrare nuovamente in una polemica, a parer nostro stucchevole ed inutile, con i compagni della corrente di minoranza “Liberamente San Marino“, tuttavia le argomentazioni da loro adottate nel corso della conferenza stampa di ieri impongono una risposta.

1.    Il percorso di avvicinamento al Congresso Generale del Partito Socialista si è svolto nel pieno rispetto delle norme statutarie vigenti. La Direzione del  9 febbraio u.s. ha approvato a larghissima maggioranza il documento politico proposto dal Comitato di Segreteria, al fine di trasferirlo alle sette Rappresentanze Territoriali. In tale contesto non è stato presentato alcun documento alternativo da parte della corrente di minoranza e per questa ragione l’elaborato consegnato successivamente al Comitato di Segreteria non è stato trasmesso agli aderenti per la discussione nelle Rappresentanze Territoriali. Si precisa che a tutti i compagni, in regola con l’adesione al 31 dicembre scorso, (posticipata per quei compagni, – pochi – che ancora a quella data non erano in regola con il pagamento della quota, al 23 gennaio u.s.) è stato consentito di partecipare attivamente ai lavori delle riunioni delle Rappresentanze Territoriali. Pertanto sono del tutto infondate le “accuse” relative alla mancanza di dibattito e confronto. Per di più il documento politico redatto dal Comitato di Segreteria ha tenuto in debita considerazione i cosiddetti “otto punti” avanzati da Liberamente San Marino. Sei di essi, infatti, sono stati ampiamente affrontati nel documento politico stesso ed anche nel Codice Etico e nel Progetto Programmatico già adottato dal nostro partito.

Leggi il comunicato Ps


EriK Casali, Federico Pedini Amati

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy