San Marino, indagine Conto Mazzini: congelati i beni di Biljana Baruca in Slovenia. L’informazione

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Collaborazione dalla Slovenia, beni congelati

Anche dalla Slovenia è stata data collaborazione alle autorità sammarinesi che hanno inviato apposita rogatoria per disporre il sequestro degli immobili di Biljana Baruca nel suo paese di origine. Immobili che, secondo l’accusa, sono stati acquistati con i denari ritenuti di provenienza illecita e passati attraverso il giro di società, tra cui la Clabi, messo in piedi secondo gli inquirenti per garantire il riciclaggio.

Anche i legali della stessa Baruca avevano a suo tempo inviato una lettera, relativa alla detenzione della loro assistita, all’Ambasciata Slovena, lettera nella quale si parlava di “lesione del diritto alla difesa”.

Evidentemente, tuttavia, paiono essere arrivate prima, da quel Paese, le risposte dell’autorità giudiziaria rispetto a quelle dell’autorità diplomatica considerato che, su richiesta del tribunale sammarinese, il beni della donna nel suo stato d’origine sarebbero già stati sottoposti ai provvedimenti cautelativi richiesti dai Tavolucci in forza dell’inchiesta in corso.


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy