Italiani in coda per il pieno a San Marino, a fine mese l’adeguamento dei prezzi

Dal 31 gennaio la differenza tra i prezzi dei carburanti praticati in Italia e a San Marino tornerà a essere minima.

Continuano le code ai distributori di carburante nei pressi del confini di Stato, anche se la “pacchia” sarà ormai di breve durata. Infatti dal 31 gennaio i prezzi dei carburanti anche a San Marino torneranno più o meno allineati a quelli applicati in Italia, dove il presidente della Repubblica Mattarella ha firmato il decreto carburanti, che prevede tra le altre cose l’obbligo per i benzinai di esporre alla pompa un cartello che indichi il prezzo medio dei carburanti calcolato di giorno in giorno dal ministero per le Imprese. Alle pompe sammarinesi attingono per lo più automobilisti provenienti dalle provincie di Rimini e di Pesaro Urbino, ma situazioni analoghe si verificano anche in altre zone d’Italia dove gli automobilisti che vivono a ridosso dei confini scelgono il distributore di benzina al di qua o al di là della frontiera secondo le oscillazioni del prezzo del carburante deciso dallo Stato di riferimento (…)

Articolo tratto da L’informazione

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy