San Marino. Je suis Artemisia, tavola rotonda sulle violenze di genere

Nell’ambito dei 16 giorni di attivismo per il contrasto e l’eliminazione della violenza sulle donne e di genere (25 novembre – 10 dicembre), il Soroptimist Single Club San Marino prosegue la propria attività di informazione e sensibilizzazione, ben consapevole anche della necessità di un cambiamento culturale che passi attraverso assunzione di responsabilità da parte di tutta la società.

“Come sottolineato infatti dal GREVIO (Gruppo di esperti alla lotta contro la violenza sulle donne e domestica) – spiega un comunicato stampa a cura del Soroptimist – è fondamentale, nel contrasto al fenomeno, l’attività sinergica della rete dei servizi e delle organizzazioni della società civile. Con queste finalità il Soroptimist Club propone una nuova iniziativa pubblica che si terrà il 6 dicembre alle ore 20:45 presso la sala Montelupo di Domagnano. Je suis Artemisia. Riconoscere i segni della violenza in una relazione, è il tema della tavola rotonda che, attraverso i contributi degli operatori che ogni giorno si confrontano con la violenza sulle donne, metterà a fuoco le problematiche del riconoscimento dei segni della violenza, i percorsi di aiuto offerti dai servizi preposti, nonché il ruolo che il mondo dell’associazionismo e del volontariato può, e deve svolgere, per contrastare un fenomeno ancora troppo sommerso e misconosciuto. Ci confronteremo con Francesca Bonsignori della Associazione Planning Familial di Strasburgo che tratterà de “Le violenze di genere: prevenire, riconoscere e accompagnare. Le pratiche delle associazioni femministe in Francia”. In particolare verrà mostrato l’esempio di un’associazione storica e molto conosciuta in Francia, il Planning Familial, fondata nel 1956 che quotidianamente accoglie e accompagna le donne vittime e agisce nel campo della prevenzione delle violenze di genere (violenze di coppia, violenze sessiste, violenze sessuali). Serena Baldacci, coordinatrice della rete antiviolenza ISS, presenterà l’esperienza della rete a partire dalla legge 97 del 20 giugno 2008 ad oggi, dei servizi di presa in carico e trattamento mettendone in evidenza peculiarità e criticità. Il colonnello Maurizio Faraone, comandante del Corpo della Gendarmeria, proporrà un intervento dal titolo “Un servizio a misura di donna: le competenze di polizia nel contrasto alla violenza di genere. Riflessioni a voce alta su come promuovere la crescita culturale e professionale delle forze di polizia che affrontano la violenza contro le donne ed i soggetti vulnerabili”. La cittadinanza è invitata a partecipare. Fra le iniziative già intraprese il Soroptimist Club desidera inoltre sottolineare l’importanza di “Una stanza per te”, collocata presso il Comando Gendarmeria, a disposizione delle vittime come spazio protetto per infondere coraggio di denuncia; è di questo periodo infine la diffusione della cartolina che la promuove e che contiene informazioni utili per chiedere aiuto”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy