San Marino. “La Segreteria all’Aass non può continuare a chiedere sacrifici alle famiglie”

Riceviamo e pubblichiamo 

“Il Segretario con delega all’ AASS ci dice che dobbiamo fare economia ma sembra aver dimenticato che il suo ruolo sia negoziare per San Marino e non per l’Italia o la Comunità Europea e non dirci già quello che è stato negoziato. Signor Segretario fare economia è diventato un stile di vita per tanti sammarinesi e non uno spot da lanciare su Facebook.

Chiedere altri sacrifici ai sammarinesi senza tener conto delle tante difficoltà che molte famiglie già sopportano da anni, significa che da parte vostra non si sappia cosa vuol dire vivere e non arrivare a fine mese, sinceramente mi chiedo dove vive Lei! Noi non siamo più un Paese che vive al di sopra delle proprie possibilità, se non in alcuni casi e sarebbe interessante andare a vedere perché…. Non viviamo arricchendoci e dominando politicamente o socialmente altri paesi. Il messaggio che doveva dare ai cittadini era che fosse certamente giusto limitare i consumi e farlo sempre ma tenendo presente ciò che serve per vivere dignitosamente, nessuno sulle spalle di altri e nessuno a scapito di altri. Caro Segretario il momento è difficile per tutti e non può essere che qualcuno speculi su questa crisi energetica come su altre situazioni, sta anche a Lei come massimo esponente istituzionale del ns. Stato impegnarsi per cercare soluzioni e non comunicarci l’ovvio o quello che è già stato fatto. Il popolo non dimentica…..”

Riccardi Marius Cristian
Membro direttivo Movimento Ideali Socialisti.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy