San Marino. Pensioni e mercato lavoro, CSU pronta alla mobilitazione

Mancanza di confronto adeguato e parecchi punti ritenuti inaccettabili

Contestati il taglio del contributo statale nella previdenza e nel mercato occupazionale le agenzie di collocamento privato “Sono una lesione del diritto al lavoro”

ANTONIO FABBRI – Il problema è sempre lo stesso e pare insormontabile: assenza di adeguato confronto soprattutto quando in ballo ci sono delle riforme che riguardano lavoratori e pensionati. I due progetti di riforma in ballo sono quello sulle pensioni e quello sul mercato del lavoro, che presentano per il sindacato parecchi punti ritenuti inaccettabili e sui quali le parti sociali si aspettavano un confronto più approfondito per superare le criticità.

Su questo ha riflettuto l’attivo dei quadri della Centrale Sindacale Unitaria che è uscito dalla riunione di venerdì scorso indirizzato verso la mobilitazione che, di fatto, prenderà il via con le assemblee dei lavoratori dall’11 ottobre prossimo. Parti sociali che si aspettavano il confronto, dunque, e invece… “Eravamo rimasti con il governo che il mese di ottobre sarebbe stato il mese del confronto definitivo – spiega Enzo Merlini Segretario generale della Csdl ai microfoni di Rtv – scopriamo che in realtà verrà convocata la Commissione consiliare dal 4 di ottobre, il che vuol dire che i termini per il confronto sono finiti”.

Sulla stessa linea il Segretario della Cdls, Gianluca Montanari: “Credevamo di avere più tempo per poter discutere in appositi incontri con calma e tranquillità”, anche perché i temi non sono marginali. “Sulla riforma delle pensioni il punto principale è il finanzia mento pubblico”, dice Merlini. Finanziamento pubblico che, nel progetto di legge, è stato tagliato. “Poi c’è Fondiss, il tema disincentivi e, nell’ambito della riforma del mercato del lavoro sul quale il confronto è stato molto più ridotto, ci sono tre macrotemi: intermediazione, distacco dei lavoratori, lavoro interinale. Ci sono degli ostacoli non di poco conto”.

Anche per Gianluca Montanari ci sono criticità nella legge delle pensioni e, a alle problematiche elencate dal collega, aggiunge che “occorre trovare il modo su come affrontare in maniera seria il deficit pensionistico”. E sulla riforma del mercato del lavoro adombra lesioni dei diritti. “Sulla riforma del mercato del lavoro – dice Montanari sempre alla Rtv – dico solo una cosa: introduce le agenzie di collocamento privato, a mio avviso una grave lesione al diritto al lavoro”.

Dunque nelle prime riforme sulle quali l’Esecutivo si trova alla prova dei fatti, cominciano a profilarsi i primi ostacoli.

 

Articolo tratto da L’informazione di San Marino pubblicato integralmente dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy