San Marino Rimini. L’odissea di un bimbo di 13 mesi, vittima dell’idiozia dei grandi. Il Resto del Carlino San Marino

Monica Raschi di Il Resto del Carlino San Marino: Il caso. I genitori sono separati: mamma a Rimini, papà a San Marino/ Condannato a viaggiare tutti i giorni:
l’odissea di un bambino di 13 mesi

La nonna. «Al Servizio minori non importa nulla dei disagi e dei problemi del piccolo»

Li chiamano i bambini con la valigia: anche se hanno poco
più di un anno di vita sono già dei
piccoli viaggiatori, loro malgrado.
Succede ai bimbi dove la
mamma è italiana (nella fattispecie
di Rimini) e il papà sammarinese.

La storia di un piccolo viaggiatore
di appena 13 mesi viene raccontata
dalla sua nonna Elsa.


«I genitori del bimbo sono separati
e il piccolo ha la doppia cittadinanza:
la madre vive a Rimini e il
papà è di San Marino dove vive e
lavora —precisa —. Il commissario
del Tribunale di San Marino,
dove è ancora in corso la causa di
separazione giudiziale, ha collocato
il bimbo presso la madre a Rimini
e, su richiesta del padre, ha
concesso l’affido condiviso ed è
entrato in gioco il Servizio minori
che stabilisce anche il calendario
delle visite. Voglio illustrare
come è stata organizzata la settimana
dall’8 al 16 settembre di
questo bimbo che ha 13 mesi:

sabato
ore 9: il bimbo parte per San
Marino, accompagnato dalla madre;

domenica ore 20,30: il padre
riporta il bambino dalla madre a
Rimini;

lunedì: il bimbo resta
con la mamma;

martedì ore 9 partenza
per San Marino accompagnato
dalla madre;

mercoledì ore
20,30 rientro a casa a Rimini;

giovedì:
il bimbo resta con la mamma;

venerdì ore 9: partenza per
San Marino e rientro a Rimini alle
20.30;

sabato e domenica a Rimini
con la mamma.

Questo incessante
andirivieni continua da
aprile 2012
»
. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy