San Marino. Salario minimo, una piccola rivoluzione nel mondo del lavoro

Salario minimo, una piccola rivoluzione nel mondo del lavoro a San Marino

L’accordo raggiunto tra il Consiglio dell’Unione Europea, il Parlamento Europeo e la Commissione sulla direttiva – non vincolante – sul salario minimo nei paesi dell’Unione contribuirà a ravvivare un dibattito che a San Marino è assolutamente necessario e dovuto. COS’E’ IL SALARIO MINIMO – Il salario minimo consiste in una soglia minima decisa su base oraria o mensile che deve essere garantita ai lavoratori e alle lavoratrici. Non può essere ridotta attraverso un accordo collettivo o privato; quindi, consiste in un limite di retribuzione sotto al quale il datore di lavoro non può scendere senza violare la legge. IN ITALIA – La proposta di introdurre un salario minimo riemerge periodicamente nel dibattito politico italiano. L’aveva avanzata Matteo Renzi nel 2018, quando era segretario del Partito Democratico, poi il suo successore Nicola Zingaretti l’anno successivo, e in entrambi i casi non se n’era fatto nulla. I sostenitori del salario minimo pensano che sia una misura per garantire una retribuzione dignitosa senza più differenze tra settori o posizioni, con più certezze per i lavoratori e meno disuguaglianze (….)

Articolo tratto da La Serenissima

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy