San Marino. Soldi sporchi diretti in Romania attraverso il Titano. L’informazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Soldi dell’usura dalla Campania
alla Romania utilizzando il Titano
/ A processo 59enne di Salerno per il denaro frutto di reati che nel 2012 portarono sei persone in carcere 

SAN MARINO. Dalla piana del Sele, in
Campania, i denari dell’usura
arrivavano fino in Romania
via Titano
. E’ questa l’accusa
di cui dovrà rispondere questa
mattina Angelo Di Leo, 59enne
di Contursi Terme in provincia
di Salerno. Di Leo è accusato di riciclaggio
di denari provento, appunto,
di usura. 
I soldi sono ritenuti provento
dei reati commessi appunto da
Liberato Marcantuono, versati
presso il Credito Sammarinese:
203.000 euro in contanti.
(…)

Secondo l’accusa i soldi per i
quali si contesta il riciclaggio
erano il frutto di un ampio giro
di usura per il quale, in seguito
ad una indagine partita nel
2010, erano finite in manette
sei persone nell’agosto del
2012.
L’inchiesta italiana era scattata
da una segnalazione delle autorità
della Romania
(…).

Marcantuono secondo gli
inquirenti aveva in Romania
circa 2 milioni di euro. Almeno
una parte di questi, di certo, è
passata per San Marino.
(…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy