San Marino. Tangentopoli, interrogatorio Pietro Silva: ‘Quei milioni che nessuno ha mai chiesto indietro’. L’informazione

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Tra i primi interrogatori dell’inchiesta quello di Pietro Silva che svela il collegamento con Podeschi / Quei milioni alla fondazione che nessuno ha mai chiesto indietro

Tra gli interrogatori nell’ambito dell’inchiesta sulla tangentopoli sammarinese-conto Mazzini, c’è anche quello di Pietro Silva, amministratore della Fondazione per la promozione economica e finanziaria riconducibile, secondo l’accusa, a Claudio Podeschi. E’ Silva, interrogato il 28 aprile del 2014 dai commissari della legge Alberto Buriani e Simon Luca Morsiani, a spiegare come avvenivano i passaggi di denaro attraverso la Fondazione e a dire come fosse Podeschi il destinatario finale dei denari per progetti che però, a parte uno, non furono mai realizzati. (…)

Le fondazioni operavano come dei trust. Silva spiega il suo ruolo e quello di Podeschi. “Il mio compito era quello di portare a San Marino gli investitori per poi metterli in contatto con le persone che poi avrebbero reso operativi questi progetti. Tengo a precisare che all’epoca le fondazioni operavano come se si trattasse di trust. Personalmente non avevo una competenza specifica per seguire in concreto l’esecuzione dei progetti. Il mio tramite a San Marino era Claudio Podeschi che, oltre ad aver ricoperto ruoli politici, era anche un importate imprenditore”.

I progetti abortiti. Dei vari progetti Silva afferma che solo uno ebbe una fase preliminare, mentre gli altri sono stati tutti abortiti. Tra l’altro aggiunge che, nonostante siano stati versati milioni, solo in un caso c’è stata una richiesta di restituzione. Per il resto, a parte lui di recente, nessuno ha al momento reclamato nulla. Per riavere quei soldi Silva dice di aver fatto causa a Podeschi, che, riferisce ai magistrati, era il destinatario finale dei denari. (…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy