San Marino. Tangentopoli, spericolate attivita’ del gruppo criminale sostenute da Bcsm. L’informazione

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Operazione “misteriosa” da 7 miliardi di dollari che facevano gola a politici e qualche banchiere con pochi scrupoli sostenuta dai vertici di Bcsm / Sponda di Banca Centrale a spericolate attivita’ del gruppo criminale / Negli affari di vendita delle licenze bancarie spuntano i nomi di chi doveva far parte del Cda dell’istituto comprato dai russi: Franco Botteghi Andrej Ceccoli e un altro soggetto designato da Asset Banca

Nell’ordinanza che ha ri-arrestato Podeschi e Baruca gli inquirenti tornano sul ruolo di Banca centrale e ne specificano anche qui i contorni, sia nel periodo di riferimento della tangentopoli sammarinese-conto Mazzini, sia nel periodo successivo molto recente, quando gli attori principali della vicenda si sono dati da fare per “riciclarsi” attraverso le loro conoscenze, competenze e soprattutto influenze, come intermediari per la vendita di licenze bancarie e mediatori nel trasferimento di imponenti masse di denaro di dubbia provenienza da riversare a San Marino.

Secondo i magistrati, dunque, l’azione di influenza di quello che definiscono gruppo criminale arriva fino ad oggi. La recente perquisizione di Banca Centrale e gli interrogatori dei vertici che ne sono seguiti, sono figli di questa ricostruzione e di questa attività relativa a tempi recentissimi.

La prima occasione di guadagno

La pianificazione di operazioni recenti

I promoter della vendita delle licenze bancarie “orfane”

La International Bank of San Marino

Leggi l’intero articolo pubblicato il giorno 11

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy