San Marino torna ad affidarsi ai giochi

L’esecutivo della coalizione Patto per San Marino, maggioranza in Consiglio Grande e Generale, torna a porre in primo piano, per la risoluzione dei gravi problemi economici  del Paese, lo sviluppo del gioco d’azzardo, preconizzando  addirittura due mega  strutture: una, quasi certamente, a Ponte Mellini,  ed una nel Centro Storico.

 

Considerato il contesto internazionale e la crisi economica che investe San
Marino così come gli altri Paesi, le cose da fare sono tante. A cominciare dai
decreti attuati previsti in finanziaria e sui quali il Patto garantirà al
Governo il consueto confronto e approfondimento. Ma in cantiere c’è anche un
nutrito pacchetto di riforme: quella fiscale, delle pensioni e della PA. In
questo caso, gli incontri cominceranno già dai primi di febbraio.
In agenda
sarà anche il tema dei giochi, stante la necessità della società gestrice di
cambiare sede per ottimizzare la propria attività, e la proposta USOT di avviare
nel centro storico
analoga iniziativa per incrementare l’appeal
turistico.

Altro tema pregnante quello dell’energia, che dovrà affiancare il
piano di incentivazione degli investimenti; accanto a quello dei rifiuti solidi
urbani, per la sua valenza economica, oltre che ecologica.

 

Vedi comunicato del Patto per San Marino

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy