Serenissima: “Poste, società pubblica o privata quando fa comodo ed intanto continuano le criticità”

Si parla di “Multiservizi” e risanare il bilancio di Poste; che non sia un mero “accorpamento”?

(…) Innanzitutto va sottolineato come sia singolare che un’azienda a carattere privato, non sia in grado di rispondere di mano propria rispetto alle politiche aziendali intraprese e, invece, sia sempre la politica ad intervenire, sinonimo del fatto che quell’azienda alla fin fine sia rimasta pubblica. O per meglio dire, per certe cose è pubblica per altre è privata. (…) Oggi all’interno della spa sono in vigore tre tipi di trattamenti, con diritti e retribuzioni differenti, cosa che, ovviamente, genera situazioni poco gradevoli, discriminanti! (…) Non rimpiazzare i pensionamenti sicuramente comporta un risparmio, come fare un contratto di lavoro con meno diritti rispetto a quello fino a quel momento adottato. Queste “politiche” rappresentano la via più semplice per fare risparmi; purtroppo arrecano danni ai servizi, la retorica del risparmio come stella polare del pensiero amministrativo non regge più, bisogna pensare anche ai servizi che si danno. (…)

Articolo tratto da La Serenissima

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy