Stabilite regole per commercializzazione Stemma di San Marino

Il progetto di legge per la protezione e utilizzo dello stemma ufficiale di San Marino arriverà in Consiglio a Novembre. Per l’uso commerciale, si potrà ricorrere ad un emblema semplificato.

Ne parla l’Agenzia Dire

Per l’uso commerciale, invece, spiega il segretario di Stato
competente, Valeria Ciavatta, si puo’ ricorrere a un emblema
semplificato, senza la caratteristica corona o con la corona aperta
invece che chiusa. Ci sara’ cosi’ “meno confusione e piu’
praticita’”. E gia’ “molte societa’, associazioni, enti pubblici e
privati, testate giornalistiche, hanno dimostrato interesse”.
Il
progetto di legge, prosegue Ciavatta, prevede “norme chiare sui divieti e
sulle possibilita’ di utilizzo”, e chi sgarra viene punito con multe da
1.000 a 10.000 euro, oltre alla possibilita’
di confisca della
merce. Per quanto riguarda la richiesta di patrocinio, va presentata due
mesi prima dell’iniziativa e non puo’ essere concessa per
manifestazioni politiche, sindacali,
militari e religiose. L’utilizzo
dello stemma a fini commerciali, invece, necessita dell’autorizzazione
da parte del congresso di Stato sentita l’apposita commissione di
valutazione e “comporta un compenso per l’Eccellentissima Camera”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy