Violenze e molestie sul lavoro, San Marino ratifica la Convenzione OIL

La Repubblica di San Marino è il quarto paese in Europa e il dodicesimo al mondo ad aver concluso il percorso di ratifica della Convenzione OIL del 2019 sulla violenza e le molestie nel mondo del lavoro (n. 190).

Ne dà notizia la Segreteria di Stato per il Lavoro, che precisa: “In occasione della cerimonia tenutasi questa mattina a Ginevra, il Segretario di Stato per il Lavoro della Repubblica di San Marino Teodoro Lonfernini ha depositato lo strumento di ratifica al Direttore Generale dell’OIL Guy Ryder.

La Convenzione rappresenta la prima norma internazionale per la lotta alla violenza e alle molestie sul lavoro, al contrasto e alla prevenzione di comportamenti dannosi a livello fisico e psicologico, in ogni settore lavorativo e in ambito pubblico e privato.

Le parti coinvolteGoverno, Organizzazioni Sindacali e Associazioni Datoriali’, ha detto Lonfernini nel suo discorso, ‘stanno lavorando, con un approccio inclusivo, riconoscendo il ruolo e le funzioni complementari di tutti gli attori, per la predisposizione di un “Piano nazionale pluriennale sull’eliminazione della violenza, dalle molestie e dalle discriminazioni di genere nel mondo del lavoro” secondo quanto previsto dalla stessa Convenzione 190. si impegneranno a promuovere l’implementazione della normativa prevista dalla Convenzione nonché a svolgere attività di assistenza e di monitoraggio, mettendo in atto le azioni necessarie a prevenire e contrastare la violenza, le molestie e la discriminazione nel mondo del lavoro, sostenendo attività di prevenzione, protezione, informazione e formazione.’

Nel depositare lo strumento ufficiale di ratifica della Convenzione, Lonfernini ha dichiarato: ‘In qualità di 12° Paese che ratifica la Convenzione n.190, la Repubblica di San Marino testimonia l’esigenza di continuare a tenere alta l’attenzione su questo tema e la volontà di garantire le migliori tutele possibili per le lavoratrici e i lavoratori. Oggi abbiamo compiuto un passo importate per “contribuire a costruire, insieme ai datori di lavoro, ai lavoratori e alle loro organizzazioni, una vita lavorativa dignitosa, sicura e sana per tutti”, un obiettivo che non possiamo dare per scontato e che vogliamo verificare con grande costanza e impegno.’

Al termine della cerimonia il Segretario Lonfernini si è intrattenuto in un colloquio privato con il Direttore Generale Ryder che ha evidenziato quanto siano stati importanti gli sforzi della Repubblica di San Marino per contrastare l’impatto della pandemia da COVID 19. Nel riconoscere l’unicità del mercato del lavoro sammarinese, Ryder si è poi complimentato per la sensibilità del paese e per la piena attività e dinamicità dimostrate nella partecipazione al comune lavoro confermato dalle 26 convenzioni attualmente ratificate dal Titano presso l’ILO. Ryder si è dichiarato infine attento alle esigenze della Repubblica di San Marino offrendo l’aiuto dell’organizzazione che presiede su futuri progetti.

Il Segretario Lonfernini ha risposto dichiarando: ‘Grazie per il lavoro che ha svolto e svolge in questa che è l’organizzazione internazionale più antica delle Nazioni Unite. Essere qui oggi per me rappresenta un grande onore quanto aver completato il percorso di deposito e ratifica della convenzione.’

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy