A San Marino, la vecchia maggioranza di governo cerca puntelli al minor prezzo

Le consultazioni che stanno avvenendo da questa mattina fanno pensare che la vecchia maggioranza costituita da Partito dei Socialisti e dei Democratici, Alleanza Popolare e Sinistra Unita non intenda rimettersi in discussione nonostante quel che è successo in Consiglio, nonostante le accuse reciproche fra i tre partiti di essere portavoce di poteri forti e di interessi inconfessabili.

I tre partiti dell’ex maggioranza schierati da una parte del tavolo ricevono uno ad uno i vari partiti che non fanno parte del Gruppo di Coordinamento (Democrazia Cristiana, Noi Sammarinesi, Popolari Sammarinesi, Alleanza Nazionale).
In questo modo Psd, Ap ed Su possono scegliere (ammesso che questi si prestino) fra Nuovo Partito Socialista, Sammarinesi per la Libertà, Democratici di Centro ed EuroPopolari per i Sammarinesi, chi è disponibile a fare da puntello al minor prezzo. Cioè intaccando il meno possibile la linea politica precedente, il programma precedente e la precedente distribuzione dei posti di potere.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy